Polizia di Stato. Città più sicure

Il “Pon Sicurezza” finanzierà, con 6.240.000 euro, nuovi sistemi di bordo per le pattuglie dei Reparti Prevenzione Crimine. Anche a Lecce

C'è una novità in tema di tecnologie a disposizione delle pattuglie di polizia di Stato. A breve, infatti, 25 questure e i Reparti Prevenzione Crimine (con sede a Napoli, Bari, Lecce, Rosarno, Siderno, Cosenza, Palermo e Catania) che operano nelle quattro regioni “Obiettivo Convergenza (Puglia, Sicilia, Campania, Calabria), saranno dotate di nuovi sistemi di bordo. Il “Pon Sicurezza”, infatti, finanzierà con 6.240.000 euro, l’installazione di nuovi sistemi di grazie ai quali sarà possibile: migliorare il controllo del territorio e garantire maggiore sicurezza ai cittadini e agli stessi operatori in servizio. Il nuovo apparato permetterà l’accesso on line alla banca dati interforze (Sdi), l’acquisizione di foto e video che potranno essere inviati in sala operativa in tempo reale e il controllo automatico dei veicoli in circolazione. La proposta progettuale, approvata nell’ultimo Comitato di Valutazione, è stata presentata dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e rientra nell’Obiettivo Operativo 1.1 del Programma. Previste, infine, anche specifiche attività di formazione sull’utilizzo dei nuovi sistemi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment