Agricoltura. Forum Pd: le conclusioni

Lecce. L'incontro ha evidenziato alcune delle problematiche del settore. Necessario migliorare la vendita diretta dei prodotti locali

1° Forum provinciale Pd sull'Agricoltura e lo Sviluppo rurale. L'incontro ha evidenziato alcune delle problematiche del settore • la crisi, ormai strutturale, che sta investendo tutte le filiere produttive tradizionali ed in particolare quella olivicola, segmento tipico del territorio salentino caratterizzato da problemi legati alla produzione, trasformazione e commercializzazione del prodotto e alla valorizzazione degli ulivi secolari; • la necessità di agevolare e migliorare la vendita diretta dei prodotti locali; • l'impatto sull'assetto paesaggistico e rurale del territorio della riconversione dei suoli agricoli alle agroenergie ed al fotovoltaico; • il riconoscimento e la tutela delle denominazioni di origine e dell'agricoltura biologica, e le problematiche relative al loro accesso alla grande distribuzione; • la valorizzazione della dimensione sociale e didattica delle attività agricole, e la necessità di una legislazione mirata sulle fattorie sociali e di una nuova legge sull'agriturismo; • la semplificazione delle procedure per l’accesso alle provvidenze economiche previste dal Piano di Sviluppo Rurale, considerate in alcuni casi farraginose. L'incontro organizzato dal Coordinamento provinciale del Partito Democratico di Lecce, al quale hanno preso parte il Responsabile di settore della Segreteria regionale del Pd, Gianluigi Cesàri, e le rappresentanze Istituzionali e politiche del Partito Democratico, ha visto protagonista una affollata platea, composta da Associazioni di Categoria, OO.SS., aziende, l'Università del Salento e operatori del settore. L'iniziativa rientra nel percorso intrapreso dal Partito Democratico salentino e pugliese, che si propone di mettere al centro dell’ascolto, della riflessione condivisa e dell’impegno politico e istituzionale, le problematiche e le risorse del mondo agricolo e rurale, con l’intento di offrire una sede permanente di analisi, confronto ed elaborazione politica e programmatica capace di incidere sulle criticità del settore, tracciandone anche scenari positivi per il suo sviluppo. 18 marzo 2011 – Sviluppo rurale: il 1° Forum del Pd “Il quadro socio economico e culturale dell’agricoltura salentina che si presenta davanti a noi non è incoraggiante se solo pensiamo ai cambiamenti e alle trasformazioni in atto e alla vertiginosa caduta dell’incidenza che questo settore ha avuto sul Pil provinciale negli ultimi decenni”. E' quanto affermano Angelo Metrangolo, responsabile provinciale del Partito Democratico per “Agricoltura e lo Sviluppo rurale” e Salvatore Capone, segretario provinciale. Proprio il Pd ha organizzato, per questo pomeriggio, con inizio alle 16.30 presso l’Hotel Tiziano a Lecce, il I° “Forum Provinciale sull’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale”, con l’intento di offrire una sede permanente di analisi, confronto ed elaborazione politica e programmatica capace di incidere sulle criticità e di tracciare scenari positivi per lo sviluppo del settore. “Il mondo agricolo e rurale salentino – continuano – è attraversato da tempo da una profonda crisi caratterizzata soprattutto dal crollo dei redditi dell’azienda agricola e da una scarsa competitività del sistema agroalimentare, in particolare di alcune filiere produttive (olivicola, vitivinicola e ortofrutta), da un insufficiente ricambio generazionale e da una sottoutilizzazione delle nostre risorse rurali; problemi questi che hanno già prodotto un abbandono delle campagne, una forte riduzione della propensione imprenditoriale e una diversa utilizzazione del suolo agricolo, non sempre in armonia con le caratteristiche e le vocazioni del nostro territorio, indebolendone fortemente la coesione sociale e territoriale. Occorre invertire la tendenza facendo leva sulle enormi risorse e potenzialità che questo settore possiede e sulle relazioni positive tra tutti gli attori locali, affinché si possa dare un contributo decisivo all’affermazione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile, partecipato e che produca risultati concreti per il Salento, a partire dalla ridefinizione della Politica Agricola Comunitaria (Pac) e da una maggiore efficacia del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Puglia. Per questo vogliamo dialogare con il mondo reale e con gli interessi diffusi, con le Associazione di Categoria del mondo agricolo, dell’artigianato, del commercio, con le Organizzazioni Sindacali, con l’Università del Salento, con gli Ordini Professionali, con i Gruppi di Azione Locale, i Consorzi di Tutela e l’Azienda di Promozione Turistica, con il mondo dell’Associazionismo ambientale. Infine, per il significato che tale appuntamento assume, saranno presenti le Rappresentanze Istituzionali e politiche del Partito Democratico, nonché il Responsabile Regionale Pd dell’Agricoltura e i Responsabili Provinciali dei settori collegati”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment