Torneo Forense: toghe leccesi prime in classifica

Gallipoli. Battuto il Trani per 5 a 2. Nel prossimo match, del 19 marzo, c'è il Foggia

Gli avvocati leccesi superano il Trani per 5 a 2 e conquistano il primo posto nel 40^ “Torneo Nazionale Forense”. Partono subito col piglio giusto gli uomini di mister Mario Russo che, dopo appena cinque minuti di giuco, mancano di un soffio la marcatura prima con Mariano, ottimamente imbeccato da Matranga, e successivamente con un gran tiro dal limite del rientrante Casaluci. E' proprio Casaluci che, alla mezz'ora di gioco, porta in vantaggio i leccesi, con una grande azione personale. E' questo il momento migliore dei salentini che mancano il raddoppio con Barbetta dal limite. Nella seconda frazione della gara arriva il raddoppio per i leccesi grazie ad un gran gol di Mariano, che dribbla anche il portiere. Dopo pochi minuti, il Trani va in rete grazie ad uno svarione difensivo dei locali. Al ventesimo, la terza marcatura ad opera di Mariano, ottimamente servito da Casaluci. Dopo qualche minuto il 4 a 1, realizzato da Barbetta. Alla mezz'ora il Trani accorcia nuovamente le distanze in mischia e allo scadere arriva il definitivo 5 a 2, grazie ad una punizione di Renna. La formazione dei leccesi: Sardella (Palumbo), Corvaglia Alberto, Presicce (Marangio), Suez, Calabro (Chiriatti), Flascassovitti, Matranga, Barbetta, Renna, Casaluci, Mariano. I legali salentini giocheranno nuovamente sabato 19 marzo sempre a Gallipoli, grazie alla disponibilità del Bianco concessa dall'amministrazione ionica, dalla locale Società sportiva e dallo sponsor ufficiale “SettingBetitaly”, contro il Foggia. La classifica Lecce, Foggia e Trani 7, Cerignola 6, Potenza 1

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment