Piano per il Sud. Fitto: ‘Presto le intese con le Regioni’

Roma. Durante il Question Time alla Camera, il ministro ha rassicurato sul cronoprogramma. “Procede secondo previsioni”

ROMA – “Nei prossimi giorni verranno sottoscritte le intese con le Regioni” per quanto riguarda il Piano per il Sud. Lo ha annunciato il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, rispondendo, durante il Question Time di ieri alla Camera, ad un'interrogazione di Roberto Mario Sergio Commerio (Misto) sullo stato di attuazione del piano. Si tratta, ha spiegato Fitto, “di un programma complesso, il tema del Mezzogiorno non nasce negli ultimi mesi, ma riguarda diversi decenni. L'obiettivo del Governo è realizzare un programma chiaro e concreto per usare in modo adeguato le risorse”. E per fare questo “il cronoprogramma approvato dal Cdm è stato rispettato e a marzo e aprile ci saranno altri passaggi”. Il Governo, ha ricordato il ministro, “nel novembre dello scorso anno ha varato il piano e non ci sono mai stati mesi di silenzio, sono stati avviati incontri tra Governo e regioni per verificare lo stato delle risorse pregresse non utilizzate. Ne è emerso un quadro preoccupante ed è stato attivato un percorso di riprogrammazione delle risorse europee che si concluderà entro il 30 marzo. Entro marzo e comunque non oltre aprile – ha concluso – il Governo definirà le intese”. Articoli correlati: Piano per il Sud. Prove di dialogo tra Vendola e Fitto (21 febbraio 2011) Piano per il Sud. Chi ci crede e chi no (15 febbraio 2011) Piano per il Sud. Fitto: ‘Entro aprile' (9 febbraio 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment