Ruba anfore ma lo colgono sul fatto

Veglie. Arrestato pregiudicato. La refurtiva recuperata è stata restituita alla legittima proprietaria

E' andata male a un pregiudicato di Veglie, Valentino Cadavero che, alle 2.40 circa di questa notte, nei pressi di via Moro, è stato sorpreso mentre trasportava due anfore appena sottratte da una villa. I militari dell'aliquota radiomobile della compagnia di Campi Salentina, impegnati in ordinario servizio di pattuglia, hanno notato le due anfore sul ciglio della strada. Insospettiti dalla circostanza, si sono nascosti per osservare e dopo pochi minuti è spuntato Cadavero, immediatamente bloccato. Le anfore sono state riconosciute dalla proprietaria che aveva fatto incidere il proprio nome sul dorso delle stesse. I carabinieri, dopo averle restituite, hanno accompagnato Cadavero in carcere a Lecce. Poche ore prima, sempre a Veglie, la stessa pattuglia aveva fermato e controllato un uomo alla guida della propria Fiat Punto in evidente stato di ebrezza alcolica. Il livello alcolemico registrato dall'etilometro fugava ogni dubbio: ben 4 volte superiore al limite di 0.50 g/l consentito dalla legge. Per lui è scattata la denuncia penale, gli è stata ritirata la patente e sequestrata l'auto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment