Promettevano finanziamenti facili. Denunciati

Nei guai due leccesi con l’accusa di truffa, smascherati dai militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza

Si spacciavano consulenti italiani di un Istituto di Credito Vietnamita, per truffare imprenditori in difficoltà economiche. I militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Lecce hanno denunciato, con l’accusa di truffa, due leccesi, uno dei quali residente in Germania. La tecnica consisteva nel promettere dei finanziamenti a tassi agevolati e senza troppe lungaggini burocratiche, con la sola condizione di corrispondere in anticipo le relative commissioni. Ma una delle persone truffate, una volta versata la somma per l’apertura della pratica di finanziamento, complessivamente pari a 19.000 euro, e dopo non aver ottenuto a in cambio, ha sporto denuncia dando avvio alle indagini coordinate dalla locale Procura della Repubblica. I due uomini, promettevano finanziamenti a ogni imprenditore, anche ai protestati, ai falliti, a chi, andando altrove, non sarebbe riuscito a ottenere prestiti non avendo garanzie sufficienti. All’atto dell’apertura della pratica, veniva richiesta una somma che variava in rapporto al finanziamento da erogare. Soldi che finivano nelle tasche degli indagati e che, di fatto, sottraevano ai clienti. L’attività si è conclusa con la denuncia alla Procura della Repubblica di Lecce dei due soggetti, con l’accusa di truffa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment