Il vigile urbano ai tempi del federalismo

Matino. Il convegno del 21 marzo. Programma dettagliato e interventi previsti

MATINO – Ha da sempre accompagnando l'evoluzione delle città, tutelando e assistendo le comunità nella crescita civile. Ha affiancato i cittadini ed adeguato ai tempi, di volta i volta, i propri compiti e la propria attività. Le novità per la figura del vigile urbano non sono finite. Ai tempi del federalismo, una vera e propria rivoluzione investe anche l'imponente corpo, che in tutta Italia conta oltre 60mila uomini. E che assume nuovi compiti non limitati solo alla gestione del traffico e della sicurezza stradale, ma estesi anche al contrasto dei fenomeni di degrado urbano, al controllo della sicurezza sociale sul territorio, fino al raggiungimento dell'obiettivo di una completa integrazione degli ex vigili con le altre forze di polizia, all'interno di un'organizzazione regolata a livello regionale. La Polizia municipale oggi si confronta infatti anche con problematiche di controllo e gestione del territorio, sicurezza urbana e viabilità con sempre nuove responsabilità aggravando l'impegno, ma nello stesso tempo valorizzando la professionalità senza perdere di vista la funzione primaria: essere vicini alla cittadinanza, vivere la città, lavorare per conciliare le esigenze spesso contrastanti delle varie componenti sociali in un tessuto urbano in continua trasformazione. Per venire incontro ai cittadini è previsto un numero unico nazionale, che a seconda del territorio da cui è chiamato collega alle sale operative delle varie città. La disciplina della costituzione dei vari corpi spetta alle Regioni, che sono tenute a prevedere un incentivo alla gestione associata nelle realtà più piccole. Per chiarire il nuovo panorama di sicurezza ormai alle porte, lunedì 21 marzo presso il Palazzo Marchesale di Matino in piazza San Giorgio si terrà il convegno “Polizia locale nel nuovo sistema integrato di sicurezza urbana a tutela del cittadino e più in generale del consumatore“. Il convegno è organizzato da Vittorio Inguscio, assessore alla polizia municipale del Comune di Matino, con il pieno sostegno del sindaco ed è organizzato allo scopo di promuovere una crescita culturale e di competenza della Polizia locale e per sensibilizzare la cittadinanza sull'attività degli “ex vigili” in materia anche di sicurezza urbana. L'incontro si svolgerà sotto l'alto patrocinio di Senato della Repubblica; Camera dei Deputati; Presidenza del Consiglio dei Ministri; Regione Puglia; Provincia di Lecce; Anci – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani; Arma dei Carabinieri; Polizia di Stato; Guardia di Finanza; Banca Popolare Pugliese. Il convegno si svolgerà secondo il seguente programma: ore 8.30: registrazione partecipanti e welcome coffee ore 9.30: apertura del Convegno con le autorità presenti; saluto e introduzione a cura di: – Giorgio Primiceri, sindaco della città di Matino; – Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce; – Raffaele Fitto, ministro per gli Affari regionali e Autonomie locali; – Alfredo Mantovano, sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno; – Rosario Giorgio Costa, presidente della Commissione parlamentare “Uranio impoverito” del ministero della Difesa. E’ prevista la presenza di Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, Mario Tafaro, prefetto di Lecce, Cataldo Motta, procuratore capo della Repubblica, Antonino Cufalo, questore di Lecce. Moderatore del convegno sarà Donato Zacheo, comandante di Polizia Locale di Lecce. Il convegno si articolerà in tre sessioni. // I sessione Gli interventi. Angelo Giuliani, comandante Corpo Polizia Municipale di Roma – Capitale, “Comunicare la sicurezza: il ruolo dei mass-media e la percezione dei cittadini”; Luigi Romano, dirigente ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Ufficio Motorizzazione Civile di Lecce, “Rischi connessi alla guida dei veicoli e possibili azioni di prevenzione”; Luca Tassoni, ispettore capo della Polizia municipale di Bologna, “La nuova disciplina dei fermi e sequestri amministrativi nel codice della strada”. Questione time. ore 13.30: sospensione dei lavori e light lunch ore 14.45: ripresa lavori // II sessione. Speciale edilizia Valentina Romano, amministrativista del Foro di Lecce: “Attività edilizia: titoli abilitativi, controlli e sanzioni”; Francesco Terrone, comandante del Nucleo elicotteristi Puglia – Bari, “L'osservazione aerea nelle diverse attività di tutela del territorio”. // III sessione Giuseppe Carmagnini, dirigente di Polizia Municipale di Prato, “Patenti di guida e sanzioni accessorie, ‘ritiro e sospensione’ in relazione alle modifiche introdotte dalla legge 120/2010. Disciplina e applicazioni”; Massimo Ancillotti, comandante Polizia Municipale di Firenze, “Reati illeciti amministrativi commessi dai minori in relazione a violazioni e alle norme del C.d.S. Questione time ore 19.00: chiusura lavori e consegna attestati di partecipazione Saranno presenti autorità civili, militari e religiose. Il Comitato tecnico-organizzativo è composto da Vittorio Inguscio, Cosimo Giuri, Stefano Romano. Il Comitato istituzionale da Giorgio Primiceri, Antonio Costa, Antonio Barba.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment