'Bamakò Italia' entra in 'Unicom'

Lecce. Unica agenzia di comunicazione e marketing nella provincia associata nell'”Unione Nazionale Imprese di Comunicazione”

L’agenzia di comunicazione e marketing di Lecce, “Bamakò Italia”, festeggia il suo ingresso, unica nella provincia di Lecce, come nuova associata in “Unicom”, Unione Nazionale Imprese di Comunicazione. “unicom” raccoglie il maggior numero di imprese di comunicazione a capitale italiano. Con oltre 230 imprese aderenti (250 le sedi operative), è oggi l’unica Associazione rappresentativa – con una presenza diffusa sull’intero territorio nazionale – di strutture altamente professionali operanti nei diversi rami della comunicazione: advertising, promozioni, direct marketing, pubbliche relazioni, eventi, sponsorizzazioni, web, brand image, packaging, centri media, nonché aperta a tutte le altre specializzazioni del comparto. Grande è la soddisfazione che esprime Francesco Mazzo, amministratore unico di Bamakò: “Questa adesione premia la qualità che, da anni, esprimiamo nel nostro lavoro e nella sinergia che creiamo con i nostri clienti. Siamo l’unica impresa di comunicazione associata a Unicom della Provincia di Lecce, le altre sono tutte dislocate su Bari e Foggia. Sono molto orgoglioso di questa adesione che porta il talento salentino all’interno della più importante associazione di categoria del nostro settore. Inoltre, Unicom ha autorizzato l’ingresso di Bamakò in associazione proprio per il dinamismo dimostrato nel proporci sul mercato nazionale, a cui da sempre tende la nostra azione di espansione con risultati, finora, più che soddisfacenti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!