Negro: 'Momento favorevole per l'attuazione della 275'

Bari. “La pioggia di milioni che arriverà in Puglia con i Piani per il Sud e del Lavoro potrebbe risolvere anche i problemi degli ex Lsu con il versamento dei contributi”

“La pioggia di milioni che sta arrivando sulla Puglia attraverso una serie di interventi come il Piano per il Sud ed il Piano per il lavoro, ma anche il ritrovato clima di serenità e dialogo tra le forze politiche di maggioranza ed opposizione, se da una parte ci lasciano soddisfatti e ci fanno ben sperare, dall’altra ci mettono in guardia sui facili entusiasmi. Lontani da prese di posizione demagogiche e strumentali, ma coerenti con il ruolo di opposizione ‘responsabile’, quello che l’Udc chiede è che alle parole seguano i fatti concreti e che i cantieri annunciati così come gli interventi a favore del lavoro trovino concreta attuazione e non si arenino nelle maglie della burocrazia e della lentezza della politica”. Lo ha detto il presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro. “L’esperienza ci ha insegnato a essere cauti e a guardare ai fatti – ha continuato il capogruppo Udc –. Il momento politico appare favorevole per dare concreta attuazione ad una serie di interventi già annunciati e dei quali si attende la realizzazione. È il caso, per fare qualche esempio, della SS 275 Maglie – Leuca. Il clima di distensione tra Governo nazionale e regionale potrebbe concretizzarsi in un accordo per far partire il cantiere e restituire sicurezza stradale e prospettive di sviluppo ad un territorio nel rispetto della salvaguardia dell’ambiente. Lo stesso dicasi per il ddl che revoca l’art. 13 della legge regionale 21 del 12 ottobre 2009 che attende di essere approvato per autorizzare il collaudo degli impianti di Gpl già esistenti eliminando ogni contenzioso con la Regione Puglia e salvaguardando gli interessi dei tanti imprenditori che hanno investito nel settore. Altra questione da risolvere in tempi rapidi è quella di dare concreta attuazione all’articolo di legge approvato dal Consiglio regionale che prevede l’erogazione di contributi finalizzati all’impiego dei lavoratori socialmente utili, elevando il tetto orario fino ad un massimo di 36 ore settimanali, unitamente al versamento dei relativi contributi previdenziali e pensionistici”. “Ma il discorso riguarda anche la revisione delle norme sul Piano casa e la realizzazione della Regionale 8 appaltata più di 20 anni fa ma che non ha mai visto l’inizio dei lavori – ha concluso Salvatore Negro – Tutti interventi annunciati a gran voce come la panacea di tutti i mali e mai realizzati ma che porterebbero più di una boccata d’ossigeno all’economia del territorio e una risposta concreta ai troppi disoccupati presenti nella nostra regione”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati