L'assemblea regionale dei giovani parla di integrazione

Bari. Scelti i grandi temi discussione. Gli studenti salentini hanno proposto di confrontarsi anche su ambiente, media e cultura, xenofobia e clandestinità

Riunendosi per la seconda seduta plenaria nell’Aula consiliare di via Capruzzi, a Bari, nel quadro del progetto promosso dal Consiglio Regionale della Puglia, i 36 ragazzi presenti, provenienti dall’intera regione, sono stati chiamati a discutere e scegliere il tema di fondo che impegnerà le tre commissioni, delle quali hanno anche eletto l’ufficio di presidenza. Integrazione, accoglienza, multiculturalità: questi gli argomenti su cui discutere e riflettere. Il vice presidente Mario Pennelli ha diretto i lavori – assente giustificato il presidente Fabrizio Camera – avviando il confronto sugli argomenti, tutti di attualità: dal turismo sostenibile, alla xenofobia, ai media, alle barriere architettoniche. Per Federica Rubino, dell’Iiss De Pace di Lecce, c’è la necessità di promuovere un turismo compatibile con l’ambiente, riservando una particolare attenzione all’ecologia e alla pulizia dei luoghi naturali. Andrea Ricci dello scientifico De Giorgi, sempre di Lecce, ha proposto di affrontare cultura, media ed internazionalità, “scelta di ampi orizzonti, che si presta a diverse soluzioni”. Le modalità concrete per realizzarla: promozione di corsi di formazione culturale e artistica, da inserire anche nei programmi scolastici. Grande dibattito e non poche polemiche dopo l’intervento di Francesca Morciano, del liceo Comi di Tricase, che ha sostenuto il tema, quanto mai attuale, “Xenofobia e clandestinità”. A far sorgere qualche perplessità, il dubbio che il Parlamento dei Giovani possa intervenire su questa materia delicata, in particolare con una sua proposta di legge. Tutti d’accordo, però, che per i ragazzi nei banchi di via Capruzzi sia importante riflettere su queste tematiche e sollecitare interventi della Regione Puglia. Molto gettonato il suggerimento di Marcello Lombardi (liceo De Ruggeri di Massafra), per un’attenta sensibilizzazione alla presenza costante di barriere architettoniche, non solo strutturali ma anche morali, all’interno della nostra società. Ha convinto la maggioranza dei ragazzi il tema della diversità, unificato con l’altro analogo sotto il titolo “Integrazione” e presentato da Rossella Ciavarella, foggiana del liceo Lanza, con Marica Lorusso, dello scientifico Fermi di Bari. Ultimo punto all’ordine del giorno l’elezione dei presidenti delle tre commissioni: Edoardo Torsello, dello scientifico Banzi Bazoli di Lecce, per “ambiente, territorio e qualità della vita”, Francesco Fusco, Itis De Giorgi di Brindisi, per “Scuola, formazione e lavoro” e Marcella Ancona, classico Tito Livio di Martina Franca, per la commissione “Sport, Tempo libero, Cittadinanza attiva, Arte e Cultura”. A svolgere il ruolo di segretari saranno i componenti dell’ufficio stampa. Ora sarà compito delle commissioni sviluppare le proposte di legge da presentare al Consiglio regionale, che avranno come tema portante proprio quello dell’integrazione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati