'Ouverture': Toscani chiude ciclo di conferenze

Lecce. Oggi, alle ore 18.30, ultimo incontro dedicato all’opera di Giuseppe Verdi, “Il Trovatore”

Ultimo appuntamento all’Auditorium del Museo Provinciale “Sigismondo Castromediano” con “Ouverture, ciclo” di conferenze di introduzione ai titoli della stagione lirica leccese, realizzato e promosso dalla Provincia e dall’Associazione “Amici della Lirica 'Tito Schipa'” di Lecce, con la consulenza artistica del musicologo Maurilio Manca. Oggi, alle ore 18.30, si chiude con la conferenza dedicata all’opera di Giuseppe Verdi “Il Trovatore”, tenuta da Claudio Toscani, professore associato di Filologia musicale e Storia del Melodramma all’Università di Milano. Toscani ha compiuto gli studi musicali e musicologici presso i conservatori di Parma e Milano e la “Hochschule für Musik und darstellende Kunst” di Vienna. Ha preso parte a vari convegni musicologici internazionali e ha pubblicato saggi sulla storia del teatro d'opera italiano del Sette e dell'Ottocento. Ha curato l'edizione critica dei “Capuleti e Montecchi” di Vincenzo Bellini (2003), un'edizione riveduta sulle fonti originali delle “Vêpres siciliennes” di Giuseppe Verdi (1997), l'edizione critica dell'”Olimpiade” (in collaborazione con Francesco Degrada, 2002) e del “Prigionier superbo” (2009) di Giovanni Battista Pergolesi, l'edizione critica del “Devin du village” di Jean-Jacques Rousseau (2004), l'edizione critica dello “Stabat mater” di Pergolesi (2006)), l'edizione critica della “Fille du régiment” di Gaetano Donizetti (2009). È membro del comitato scientifico per l'edizione critica delle opere di Vincenzo Bellini, del comitato editoriale per l'edizione critica delle opere di Gioachino Rossini, del comitato scientifico pergolesiano della “Fondazione Pergolesi Spontini”. Presiede il comitato scientifico preposto allo studio e all'edizione delle opere di Pietro Gnocchi. È direttore dell'Edizione Nazionale delle Opere di Giovanni Battista Pergolesi. Ha fondato e dirige il Centro Studi Pergolesi. Ha collaborato con programmi di sala e conferenze per i più prestigiosi teatri d’opera italiani. Ha collaborato con le riviste “Amadeus”, “Analisi”, “Arione”, “Aulos”, “La Cartellina”, “Il giornale della musica”, “L'Indice”, “Journal of the American Musicological Society”, “Musik und Aesthetik”, “Il saggiatore musicale”, “Sonus”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati