Bit. Si parte

Milano. Lo stand pugliese, 600 metri quadrati pensati come luogo di scambio aperto, ospiterà oggi 20 appuntamenti. E intanto, nel Salento, qualcuno si inventa la “eco-borsa di turismo

MILANO – Finalmente ci siamo. Prende il via oggi la 31esima edizione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano che si concluderà domenica 20 febbraio. In quattro giorni la Regione Puglia presenterà, durante la più importante fiera di settore italiana, un portafoglio d’eccellenza che sintetizza il fermento del nuovo corso della politica turistica regionale. La sala conferenze dello stand della Regione Puglia (Padiglione 1), uno spazio di oltre 600 metri quadrati ideato come un luogo di scambio aperto dove presentare le nuove politiche di governance, ospiterà più di 20 appuntamenti di approfondimento a cura dei Comuni, Province, Consorzi, associazioni e fondazioni pugliesi, coordinati dall’assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo. La partecipazione a quest’edizione della Fiera è particolarmente sentita dalla Regione, che, come ha avuto modo di riferire nei giorni scorsi il presidente Nichi Vendola, ha registrato nello scorso anno, nonostante la stringente crisi economica, un incremento dell'11% degli arrivi e del 16% delle presenze dall'estero rispetto all'anno precedente. Risultati di grande impatto sia sul mercato nazionale sia su quello internazionale. Ad aprire la no stop del turismo sarà, alle 11.30, la presentazione del festival internazionale “Dieta mediterranea”, promosso dalla Provincia di Brindisi e dal Consorzio del Biscotto Cegliese. Alle 12.30 l’Apt di Foggia, in collaborazione con il Touring Club, illustrerà al pubblico e alla stampa la guida agli eventi 2011 “Dal Gargano ai Monti Dauni, feste e sagre in Puglia” ed il volume, a cura di Edilio Petrocelli, “Le vie della transumanza”. La Provincia Bat e l’Agenzia Puglia Imperiale Turismo, alle 13.00, presenteranno gli itinerari gastronomici proposti nella guida “Viaggiare con gusto in Puglia Imperiale”. A distanza di un’ora nella Sala Stampa dello stand della Regione Puglia si terrà l’incontro con Piergiorgio Mangialardi, autore della guida “Agriturismo e Ospitalità rurale, come creare valore dal territorio”. “La settimana Santa in Puglia: itinerari” è il titolo, invece, della nuova edizione del book turistico-religioso realizzato dall’associazione culturale Opera. L’appuntamento è previsto per le 15.00. Nella guida vengono segnalati i luoghi privilegiati per lo svolgimento di riti religiosi che avvolgono il turista e lo accompagnano in un’atmosfera intensa di spiritualità e di partecipazione emotiva. L’assessora al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli, concluderà la serie di appuntamenti di oggi, alle ore 16.00, con la conferenza stampa “Salentofestival: il turismo degli eventi, il Salento che va in scena”. Nell’ambito dell’incontro verrà presentata l’edizione pugliese di “Italia Wave Love Festival” che si terrà a Lecce dal 14 al 17 luglio 2011. Tutti i giorni a partire dalle 09.00 si susseguiranno gli appuntamenti enogastronomici: laboratori aperti al pubblico e cooking show con simulazioni di lezioni di cucina regionale con chef professionisti. // Borsa del turismo? Meglio “eco”

La eco bors del turismo

E in tempo di Borsa del turismo, c’è chi si è inventato, la “eco-borsa”. L’idea è venuta in mente a cinque studenti dell'Istituto Costa di Lecce. I ragazzi, appartenenti al movimento di promozione territoriale “Repubblica Salentina”, hanno progettato una nuova borsa in cotone ecologico che sarà utilizzata per raccogliere ed inviare materiale promozionale del Salento. I cinque, al secolo Elisa Carriero, Andrea Carrozzo, Federica Cavallo, Jacopo Chirizzi e Matteo Indirli, studenti della classe 3B, hanno anche realizzato un logo specifico, da riprodurre sulle nuove borse: rappresenta la tartaruga multicolore “BelluBellu”, simbolo della campagna “Salento Slow Life” inserita nel programma salentino della Bit, nonché uno degli animali maggiormente soggetti a strozzamento per ingestione dei sacchetti di plastica. Sotto la tartaruga, la borsa riporta la scritta “Salento slow and green life – mai più buste di plastica”. L’eco-borsa del turismo è stata concepita per un utilizzo ben specifico, quello di raccogliere e distribuire materiale turistico promozionale ed informativo del Salento. Sarà infatti utilizzata presso le prossime esposizioni e fiere specialistiche, sarà usata per l’invio di depliant e brochure ai turisti che ne faranno richiesta attraverso i siti ed i portali gestiti dagli studenti della scuola e sarà inoltre utilizzata localmente dai centri territoriali di informazione turistica e proloco. In allegato la brochure realizzata dalla Regione con il calendario degli eventi previsti nelle quattro giornate. Articoli correlati: ‘La Puglia è una regione tutta da viaggiare’ (7 febbraio 2011) Turismo. Alla Bit la Puglia che ha vinto la crisi (15 febbraio 2011)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati