Lecce, droga-party. Grave un ragazzo

In overdose dopo un droga-party

Eroina hashish cocaina e alcol. Salvi grazie a un loro compagno che li trova il giorno dopo in casa. Entrambi segnalati al prefetto

Poteva essere fatale per due ragazzi, il cocktail di droga e alcol consumato nella notte di sabato nella loro stanza a Lecce in zona Salesiani. A salvarli è stato un loro vicino di stanza, che domenica mattina, sentendo le richieste di aiuto, è entrato nella loro stanza trovando in due ragazzi in overdose. Tempestivo l’intervento del 118 che ha letteralmente salvato i due ragazzi, mentre la polizia giunta intanto sul posto ha requisito 65 grammi di hashish, e segnalato i due ragazzi al prefetto per uso non terapeutico di stupefacenti. Il provvedimento, può comportare il ritiro della patente e di altri documenti simili, considerato pure che i due ragazzi erano già stati segnalati in precedenza, e a uno era già stata ritirata la patente. Proprio quest’ultimo è ora ricoverato in prognosi riservata al “Fazzi” di Lecce, l’altro invece si è dato alla fuga dopo che i soccorsi lo avevano rianimato, lasciando però il portafoglio sul posto. Facile quindi il suo fermo. I due hanno poi confessato di aver consumato un misto di cocaina, eroina, hashish e alcol, rischiando seriamente la vita. Ora si indaga per trovare gli spacciatori che hanno rifornito i due ragazzi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!