Intercultura. Il più bravo va in Portogallo

Lecce. Andrea Scarciglia, giovane leccese otterrà una borsa di studio per partecipare ad un programma trimestrale all’estero

LECCE – Giovani all’estero, l’esperienza si ripete. Anche quest’anno infatti l’amministrazione comunale del capoluogo salentino ha messo a disposizione un contributo per soggiorni di studio all’estero, riservati a giovani particolarmente meritevoli e residenti nel territorio. Un’occasione per ribadire l’interesse concreto del Comune di Lecce verso la crescita umana e culturale dei giovani, ponendosi all’avanguardia del settore degli scambi culturali giovanili. “Continuiamo ad investire sulle nuove generazioni – ha commentato il sindaco Paolo Perrone – perché siamo certi che rappresentino il nostro futuro. La borsa di studio assegnata ad un giovane leccese testimonia, in tal senso, un segnale concreto degli obiettivi che si è posta questa amministrazione sin dal giorno del suo insediamento”. A vincere la borsa di studio è stato Andrea Scarciglia. Grazie al contributo dell’amministrazione comunale il giovane studente parteciperà ad un programma trimestrale di studi in Portogallo. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione e l’Associazione Intercultura Onlus i quali promuovono e organizzano scambi ed esperienze interculturali invidiando ogni anno 1.500 ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero accogliendo nel nostro Paese altrettanti giovani di ogni nazione. Un percorso formativo e di arricchimento professionale e morale che comprende seminari, corsi di formazione e di aggiornamento per presidi, insegnanti e volontari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!