Novemila metri quadrati di rifiuti. A Fasano

Zona industriale. Depositati, nell'area, rifiuti speciali pericolosi e non, costituiti da veicoli, componenti meccaniche, carrozzeria e batterie per auto, tali da arrecare pregiudizio alla sicurezza dei lavoratori dell’impianto e degli avventori

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce e quelli della stazione di Fasano, nel corso di un controllo ambientale effettuato presso un autodemolitore della zona industriale di Fasano, hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza un’area di circa 9.000 metri quadrati sulla quale erano stati depositati in modo incontrollato rifiuti speciali pericolosi e non, costituiti da veicoli ancora da bonificare, componenti meccaniche, parti di carrozzeria e batterie per auto, abbandonati anche su aree sprovviste dell’autorizzazione e in condizioni tali da arrecare grave pregiudizio alla sicurezza dei lavoratori dell’impianto e degli avventori. Contestualmente, all'interno dell'area, è stato sottoposto a sequestro un immobile per civile abitazione, allo stato rustico, al cui interno erano stati stoccati abusivamente rifiuti della medesima tipologia. Al termine del controllo, per l'amministratore della societa,’è scaturita una segnalazione alla Procura della Repubblica di Brindisi per deposito incontrollato, gestione e smaltimento illecito di rifiuti speciali – pericolosi e non – ed esercizio di discarica abusiva. I carabinieri del Noe di Lecce e quelli della compagnia di Fasano hanno provveduto a informare dell'ispezione ambientale anche le competenti autorità amministrative.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati