Turismo rurale. Meglio in agriturismo e albergo diffuso

Sannicola. Il Gal Serre Salentine presenta il Piano di sviluppo locale: nuove opportunità per il territorio da un'accoglienza turistica “diversa”

L’agriturismo e l’albergo diffuso possono essere le soluzioni ricettive più adatte ad un territorio come quello salentino. Non solo: possono costituire occasioni di sviluppo. I piccoli centri, le strade strette che impongono un ritmo lento di percorrenza, il paesaggio rurale si sposano alla perfezione con una tipologia di struttura di accoglienza che si discosta dai consueti circuiti turistici, prediligendo la piena immersione nella natura. Partendo da questa convinzione il Gruppo di Azione Locale Serre Salentine ha organizzato per questa sera (ore 18) la presentazione del “Piano di Sviluppo Locale” che nelle due “innovative” forme di ricezione vede nuove opportunità per il territorio. L’incontro avrà luogo presso il Centro Culturale di via Oberdan a Sannicola; vi prenderanno parte Giuseppe Nocera, sindaco di Sannicola; Mimmo Cataldi, assessore al Turismo del Comune di Sannicola; Alessia Ferreri, direttore del Gal Serre Salentine; Salvatore D’Argento, presidente del Gal Serre Salentine. Interverranno inoltre gli animatori del Gruppo di Azione Locale Serre Salentine che interagiscono quotidianamente con i 14 Comuni facenti parti del Gal. // Il Gal Serre Salentine Il Gruppo di Azione Locale Serre Salentine è costituito da 164 partner pubblici e privati con l’obiettivo di favorire lo sviluppo locale dell’area rurale delle Serre Salentine, comprendente i Comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie. Il Gal Serre Salentine favorisce percorsi di cambiamento, fornendo strumenti orientati ad un migliore utilizzo delle risorse esistenti, valorizzando potenzialità inespresse e creando opportunità di crescita per il territorio. L’obiettivo è inserire il territorio nei circuiti del turismo rurale e dell’agricoltura sociale. Il Gal cerca di raggiungerlo tramite iniziative quali il rafforzamento e la valorizzare delle produzioni tipiche, la creazione di un legame con i consumi degli abitanti e dei visitatori, la realizzazione di un sistema innovativo di promozione per le risorse storiche, culturali e ambientali del territorio, l’attivazione di servizi per la fruizione delle risorse e per la qualità della vita, la promozione complessiva del territorio. Le diverse azioni sono rivolte in maniera particolare ai giovani e alle donne. In particolare le misure attuative si concretizzano in diversificazione in attività non agricole, sostegno alla creazione e allo sviluppo delle imprese, incentivazione di attività turistiche, servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale, tutela e riqualificazione del patrimonio rurale, formazione ed informazione, progetti di cooperazione interterritoriale e transnazionale. Attraverso questi ambiti di intervento il Gruppo di Azione Locale Serre Salentine ha in mente di porsi come una vera e propria “agenzia di sviluppo”, capace di interagire con il territorio circostante, prevedendo ricadute positive per le imprese ed opportunità lavorative soprattutto per quelle fasce generalmente considerate “svantaggiate” del mercato del lavoro. Articoli correlati: Serre salentine. Paesaggio da catalogo (10 gennaio 2011) Salento turistico. Non solo mare (18 gennaio 2011) “L’impresa rurale è crescita per il territorio” (18 gennaio 2001) Sportello Donne e giovani: un aiuto alla progettazione (26 gennaio 2011) Lavoro e bandi. Uno sportello in aiuto di donne e giovani (27 gennaio 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!