Videopoker illegali: scatta il sequestro

A fare scattare i controlli, i parenti dei giocatori esasperati nel vedere i loro familiari sperperare notevoli somme di denaro

In tre distinte operazioni di servizio svolte dalla Guardia di Finanza a contrasto del gioco d'azzardo, sono stati sequestrati 11 videopoker illegali. A fare scattare i controlli sono state le segnalazioni dei parenti dei giocatori ormai esasperati nel vedere i loro cari sperperare notevoli somme di denaro. I responsabili, quattro titolari di altrettanti bar di Nardò, Melissano e Casarano, insieme alla società gerente degli apparecchi, sono stati segnalati all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per aver installato o comunque consentito l’uso in luogo pubblico di apparecchi non conformi alla legge. Nel dettaglio, i finanzieri hanno riscontrato che gli apparecchi erano completamente scollegati dalla rete telematica e privi dei prescritti titoli autorizzativi (a-osta) rilasciati dall’Aams. Il titolare di un circolo ricreativo di Lecce, invece, trovato in possesso di 4 apparecchi illegali è stato deferito a piede libero alla competente Procura della Repubblica di Lecce, per aver reso possibile l’utilizzo in luogo pubblico di congegni adibiti al gioco d’azzardo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!