Trappole per uccelli sui tetti di Galatone

I carabinieri, che indagano, hanno reso inoffensive le gabbie illegali per la cattura di volatili

Alcuni cittadini di Galatone hanno segnalato la presenza di attrezzature per la cattura di volatili non consentite dalla legge, sulle terrazze di alcuni edifici nel centro abitato. I carabinieri della locale stazione, a seguito di ispezione, hanno rinvenuto due gabbie di piccole dimensioni in legno e una rete metallica con dispositivo a “vasistas” ubicato alla base, che permetteva l’accesso, ma non l’uscita, dei volatili, che venivano attirati all’interno delle “trappole”, da una certa quantità di mangime (verosimilmente granaglie e mais). Constatato che la pratica risulta espressamente vietata da una legge regionale, in materia di protezione della fauna selvatica omoeterma e prelevio venatorio, con la quale si fa espressamente divieto, in tutto il territorio nazionale, di ogni forma di uccellagione e di cattura di uccelli, i carabinieri hanno reso inoffensive le gabbie, e iniziato a indagare per evidenziare eventuali responsabilità nei confronti della persona che li ha posizionate. Sono in corso ulteriori attività di indagine, al fine di verificare se tale pratica è limitata al Comune di Galatone e il motivo della cattura.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati