Trappole per uccelli sui tetti di Galatone

I carabinieri, che indagano, hanno reso inoffensive le gabbie illegali per la cattura di volatili

Alcuni cittadini di Galatone hanno segnalato la presenza di attrezzature per la cattura di volatili non consentite dalla legge, sulle terrazze di alcuni edifici nel centro abitato. I carabinieri della locale stazione, a seguito di ispezione, hanno rinvenuto due gabbie di piccole dimensioni in legno e una rete metallica con dispositivo a “vasistas” ubicato alla base, che permetteva l’accesso, ma non l’uscita, dei volatili, che venivano attirati all’interno delle “trappole”, da una certa quantità di mangime (verosimilmente granaglie e mais). Constatato che la pratica risulta espressamente vietata da una legge regionale, in materia di protezione della fauna selvatica omoeterma e prelevio venatorio, con la quale si fa espressamente divieto, in tutto il territorio nazionale, di ogni forma di uccellagione e di cattura di uccelli, i carabinieri hanno reso inoffensive le gabbie, e iniziato a indagare per evidenziare eventuali responsabilità nei confronti della persona che li ha posizionate. Sono in corso ulteriori attività di indagine, al fine di verificare se tale pratica è limitata al Comune di Galatone e il motivo della cattura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!