Oltraggio e resistenza: denunciato senegalese

Lecce. L'uomo, che vende borse e cinture per strada, è stato avvicinato dai finanzieri e si è rifiutato di fornire le proprie generalità

Un 34enne senegalese è stato denunciato dai Militari della Compagnia di Lecce per resistenza e oltraggio a un pubblico ufficiale e per aver rifiutato di fornire le proprie generalità. È accaduto l’altra sera a Lecce, nei pressi di Via Trinchese. Un gruppo di cittadini extracomunitari intenti a sistemare borse, cinture e altri oggetti contraffatti su un lenzuolo per terra, alla vista di una pattuglia della Polizia Municipale si sono dati tutti precipitosamente alla fuga, tranne uno che avvicinato dai Vigili Urbani per essere identificato, dopo essersi rifiutato di fornire le proprie generalità, ha proferito frasi minacciose e ingiuriose indirizzate ai Pubblici Ufficiali. Nel frattempo giungeva sul posto una pattuglia di Finanzieri della Compagnia di Lecce allertata da una segnalazione telefonica pervenuta al numero di pubblica utilità “117”. L’uomo è stato invitato a seguire i Militari in caserma per essere identificato, ma ha opposto resistenza. Alla fine il cittadino extracomunitario è stato accompagnato presso gli uffici del Comando Provinciale e denunciato alla locale Autorità Giudiziaria.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!