Chiede ai finanzieri di 'chiudere un occhio'. Arrestato

Offre 100 euro affinchè non gli sia sequestrato il materiale pirotecnico. Per lui l'accusa è di istigazione alla corruzione

Istigazione alla corruzione è l'accusa con la quale è stato denunciato un salentino dopo aver offerto denaro ai Militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce che lo avevano fermato perché trovato in possesso di “botti” pericolosi. Il fatto è successo questa mattina nel centro di Galatina. Poco dopo le 10,30 una pattuglia di finanzieri, nel corso di uno specifico servizio a contrasto della commercializzazione di “fuochi” illegali, ha fermato un’auto condotta da un salentino sospettato di trasportare illegalmente fuochi pirotecnici. Durante il controllo i finanzieri hanno trovato nel bagagliaio circa 13 chili di fuochi illegali di IV categoria. Il materiale ritrovato veniva quindi posto sotto sequestro in quanto privo delle previste autorizzazioni di pubblica sicurezza. L’uomo, nel tentativo di far desistere i Finanzieri dall’adempimento del loro dovere, ha più volte tentato di consegnare nelle mani del Militare una banconota da 100 euro, ricevendo un ovvio e perentorio rifiuto. Alla fine la banconota è finita nelle mani del finanziere, ma per essere sottoposta a sequestro quale prova dell’avvenuto tentativo di istigazione alla corruzione. Il salentino, un uomo di settantotto anni, veniva tratto in arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, posto agli arresti domiciliari attesa l’età avanzata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!