Casa incendiata: individuato il colpevole

Porto Cesareo. Rinvenuti oggetti sottratti all'abitazione data alle fiamme, nella casa del probabile autore dell'incendio

I carabinieri di Porto Cesareo hanno individuato il probabile autore dell’attentato incendiario comusumato in località “Punta Prosciutto” ai danni di un’abitazione estiva. Una persona ignota aveva dato alle fiamme lo stabile, dopo aver lasciato all’interno della cucina dello stesso una bombola di gas aperta e appicato un focolaio. Dichiarazioni discordanti da parte di alcuni vicini circa l’ora della deflagrazione della bombola e lo studio di alcune tracce “fresche”, indicanti probabilmente la via di fuga del malfattore, hanno condotto i carabinieri presso il domicilio di M. P., un disoccupato originario del bridisino. I carabinieri, raggiunta la sua abitazione, hanno rinvenuto vari oggetti che erano stati sottratti proprio dalla casa data alle fiamme: un televisore, un micro onde, quattro sedie, diversi capi di abbigliamento e anche una stufa; tutti sistemati all’interno della casa del malfattore, ma in maniera inusuale per la loro funzione. Tale circostanza ha insospettito i militari che hanno sottoposto gli oggetti a un riconoscimento visivo da parte della proprietaria vittima dell’attentato. La donna, ha riconosciiuto i suoi beni e così li ha riottenuti. M. P. è stato deferito all’autorità giudiziaria. 13 dicembre 2010 – Vive a Torino e gli incendiano la casa di Porto Cesareo In nottata, per cause ancora in corso di accertamento, si è sviluppto un incendio presso l’abitazione estiva, a Porto Cesareo, di un 60enne residente a Torino. Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Veglie i quali, dopo aver domato le fiamme, hanno notato, in casa, la presenza di una bombola di gas, dalla quale verosimilmente, si sono propagate le fiamme. Da accertamenti è emerso che la bombola era stata posta all’interno dell'abitazione da ignoti malfattori. Ciò ha confermato, quanto meno, la natura dolosa dell’incendio. Ingenti i danni in fase di quantificazione. Sul posto intervenuti i carabinieri di Porto Cesareo e il Norm di Campi Salentina. Ancora ieri, in serata, causa corto circuito, è scoppiato un incendio nel garage attiguo all'abitazione di proprietà di un 56enne di Galugnano. Sul posto è intervenuta una squadra di vigili del fuoco di Lecce. Il locale è stato dichiarato inagibile. Indagano i carabinieri di San Cesario di Lecce in collaborazione con il personale del Norm di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati