Edilizia scolastica: al via il recupero degli edifici

Provincia di Lecce. L'appalto prevede l’affidamento dei lavori di ristrutturazione per il Liceo “Stampacchia” di Tricase, l’Ipsia “Marconi” di Lecce, l’Itc “Cezzi – De Castro”, l’Itg “Vanoni” di Nardò e l’Isa “Pellegrino” di Lecce

La Provincia di Lecce avvierà a breve i lavori di ristrutturazione della palestra del Liceo Scientifico “Stampacchia” di Tricase, con una spesa di circa 300mila euro. La gara per l’affidamento dei lavori, infatti, si è svolta il giorno 24 novembre. Espletate le valutazioni di rito sulla congruità delle offerte pervenute – previste per questo tipo di appalti – si potrà aggiudicare l’appalto e, firmato il contratto, iniziare i lavori. Al capolinea, dunque, i disagi che gli studenti dello Stampacchia lamentano da qualche tempo. “E’ vero, gli studenti hanno ragione, – fa sapere l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici Massimo Como – il disagio subito per la chiusura della palestra dove svolgere adeguatamente l’attività motoria è stato grande. Voglio però precisare che la Provincia non è stata né sorda né ferma. Già a settembre dello scorso anno, infatti, quando la nuova amministrazione si era insediata da pochi mesi, la Provincia ha affidato l’incarico per la redazione del progetto che la Giunta ha approvato e finanziato nello scorso mese di giugno. Gli Uffici hanno predisposto, quindi, gli elaborati del progetto esecutivo che è stato approvato dal Dirigente del Servizio Edilizia Scolastica Rocco Merico il 16 di agosto. Dopo di che sono state avviate le procedure di gara, pubblicato il bando, acquisite le offerte delle ditte e finalmente qualche giorno fa si è svolta la gara”. “Tengo a puntualizzare tutti questi passaggi – continua l’assessore Como – perché molto spesso i ragazzi credono che la realizzazione di un’opera pubblica sia una cosa semplice ed immediata. Ma è la stessa normativa sui Lavori pubblici ad imporre tutta una serie di passaggi a garanzia della correttezza e imparzialità dell’azione amministrativa: dalla programmazione, alla progettazione, al reperimento delle risorse finanziarie e infine alla esecuzione di lavori. Ripercorrerne brevemente l’iter può servire a dare il senso dell’impegno che c’è dietro e, soprattutto, che non stiamo parlando di ipotesi futuribili, ma di un processo del quale certamente breve i ragazzi potranno vedere i frutti”. I lavori previsti per il Liceo, spiegano i tecnici, riguardano oltre alla ristrutturazione della copertura, anche il rifacimento della pavimentazione sportiva e il completo recupero dei servizi igienici. Il progetto prevede, inoltre, anche la realizzazione di un campetto all’esterno completamente attrezzato per la pallavolo. Oltre al Liceo Stampacchia, lo stesso appalto prevede l’affidamento dei lavori di ristrutturazione dell’Ipsia “Marconi” di Lecce per 755mila euro, dell’Itc “Cezzi – De castro” per 416mila euro, dell’Itg “Vanoni” di Nardò per 315mila euro, dell’Isa “Pellegrino” di Lecce per 207mila euro. Il presidente della Provincia Antonio Gabellone rileva: “Sin dall’insediamento di questa Amministrazione, uno degli obiettivi che ci siamo dati, accanto alla sicurezza sulle strade, è stato quello di migliorare la qualità e la sicurezza dell’edilizia scolastica. Solo di manutenzione ordinaria e straordinaria abbiamo impiegato in questo esercizio 2010 quasi 1,3 milioni di euro a fronte dei 600.000 euro stanziati dalla passata amministrazione sul bilancio 2009. Con l’approvazione dell’assestamento contiamo di incrementare ancora di più le risorse a disposizione per le scuole, oltre ai quasi 7 milioni di mutui che proprio in questi giorni stiamo contraendo con la Cassa Depositi e prestiti per finanziare altri 8 interventi su altrettanti edifici scolastici”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!