Tre spari nella notte. In arresto 42enne

Alliste. Alla vista dei carabinieri Salvatore De Lorenzis ha provato a disfarsi della pistola. Ma i carabinieri l’hanno trovata sotto la sua macchina

ALLISTE – Tre colpi di pistola nel silenzio della notte. Ed un atteggiamento sospetto che ha subito attirato l’attenzione dei carabinieri. La notte tra sabato e domenica, i militari di Casarano, hanno arrestato Salvatore De Lorenzis, 42enne di Racale, commerciante, già noto alle forze dell’ordine.

pistola De Lorenzis

Dopo aver sentito i tre spari, molto ravvicinati tra loro, hanno subito effettuato un giro di perlustrazione per vedere che cosa stesse accadendo; e, una volti in via Piazza, hanno notato De Lorenzis nei pressi della propria autovettura con atteggiamento molto sospetto. Appena si è accorto della presenza dei carabinieri, il 42enne ha provato a disfarsi di qualcosa, gettandolo sotto la macchina; dettaglio che non è sfuggito ai militari che infatti, guardando sotto la vettura, hanno trovato una pistola semiautomatica calibro 7,62 priva di marca ma con matricola, completa di caricatore monofilare con cinque colpi all’interno, di cui uno ancora in canna.

munizioni De Lorenzis

A pochi metri, sono stati ritrovati anche i tre bossoli calibro 7.62 relativi alle esplosioni precedenti. De Lorenzis è stato subito accompagnato presso gli uffici del Nor di Casarano e da lì, sentito il pm di turno, presso la casa circondariale di Lecce. La pistola, le munizioni ed i bossoli sono stati sequestrati. Sono in corso ulteriori accertamenti per stabilire di chi sia l’arma e contro chi o che cosa sia stata usata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!