Corvino: non ricette generiche, ma risposte concrete all'emergenza economica

Il direttore di Confindustria Lecce: “Saranno presentate due ricerche conoscitive sulla congiuntura economica del Paese e sulle modalità con cui stanno reagendo le imprese”

Ci è riuscito, Antonio Corvino, direttore di Confindustria Lecce, a chiudere in bellezza – come si era ripromesso – le celebrazioni per il centenario della nascita dell’associazione. Arrivano per la prima volta a Lecce tutti i direttori, circa 140 del sistema confindustriale. L’annuale seminario nazionale, che si configura come un vero e proprio summit di formazione e aggiornamento, a porte chiuse, della ‘tecnostruttura’ di Confindustria, è giunto alla sua trentasettesima edizione. La location è scelta ogni anno a rotazione tra una città del Nord, del Centro e del Sud. Circa 20 anni fa si tenne a Bari e una quindicina di anni or sono a Brindisi. Ora è la volta della capitale del Barocco del Sud Italia, che non potrà farsi scappare l’occasione di mettere in vetrina le sue potenzialità, economiche e culturali. “Ci tenevo molto – dice Corvino – e finalmente ce l’abbiamo fatta a portare qui da noi tutta la managerialità di Confindustria. Un’importante candidatura, quella leccese, che corona il nostro impegno e il nostro ruolo all’interno dell’associazione”. E per l’occasione gli imprenditori salentini hanno pensato di regalare agli ospiti un manufatto dell’artigianato locale, una ‘pietra’, opera di Armando Marrocco. Poi visite guidate al castello di Copertino e di Otranto, serata di pizzica e cena tipica salentina in un’altrettanto tipica masseria leccese. “Vogliamo dare un’idea positiva delle nostre radici culturali, uno spaccato della nostra identità, e farne un elemento di marketing territoriale – dice Corvino – una vetrina che non potevamo non utilizzare a pieno. Anche per questo gli itinerari non sono stati lasciati al caso ma curati da una nostra associata, la Yltour. Gli ospiti potranno vivere un momento affascinante del nostro folklore, perché la sera di S. Martino Lecce sarà illuminata a festa, restituendo un’atmosfera ancora più magica ai visitatori”. Di che cosa parlerete, a porte chiuse? “Saranno presentate due ricerche conoscitive sulla congiuntura economica del Paese e sulle modalità con cui stanno reagendo le imprese. Una delle ricerche è del noto sociologo Renato Mannheimer. Sarà centrale lo scambio di esperienze su come le imprese, nei diversi territori e nelle loro diverse declinazioni settoriali, stanno individuando percorsi diversi per rispondere alla congiuntura negativa”. Dopo la giornata dedicata all’analisi, seguiranno delle proposte concrete su come reagire alla crisi? Saranno centrali gli scambi di esperienze. Non usciremo fuori con un documento, una ‘ricetta’ da presentare agli associati. Ma presenteremo a tutti i direttori di Confindustria, attivi su tutto il territorio nazionale, quali sono le risposte di Confindustria alla crisi, sempre declinate sui territori. Quindi si parlerà anche di come la nostra classe imprenditoriale sta facendo fronte alla flessione dell’economia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!