Raggiro da 80mila euro: nei guai commerciante salentino

Riportava nella dichiarazione Iva un importo di acquisti “inventato”, per ottenere una indebito credito di imposta

Il titolare di un supermercato della provincia di Lecce ha deciso di trovare una soluzione per migliorare la propria situazione finanziaria, già critica, attraverso una manovra di “finanza creativa” che gli ha permesso di detrarre 80 mila euro di Imposta sul Valore Aggiunto (Iva). L’imprenditore aveva escogitato un semplice sistema ovvero quello di riportare nella dichiarazione Iva un importo di acquisti “inventato”, privo di corrispondenza con i documenti contabili e senza nessuna valida ragione, se non quella di ottenere una indebito credito di Iva. I Finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce hanno potuto segnalare all’Agenzia delle Entrate 80 mila euro di Iva detratte.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!