Truffa alla Regione Puglia: coinvolta azienda del Sud Salento

Scoperto l'utilizzo di fatture false per ottenere illecitamente contributi, fino a 80mila euro, con i fondi Por

Nelle operazioni di contrasto all'indebita percezione di finanziamenti pubblici, i Finanzieri di Casarano hanno individuato un’azienda del sud Salento che ha ha fruito illecitamente dei contributi Por Puglia 2000 – 2006, per un importo di circa 80 mila euro. I militari hanno accertato la truffa ai danni della Regione Puglia, perpetrata dall’azienda beneficiaria mediante l’emissione di fatture false, occorrenti per la ristrutturazione della stessa. E' stato inoltre verificato che l’impresa, operante nel settore del turismo, ha presentato un’istanza per ottenimento del contributo regionale corredandola di fatture “gonfiate negli importi”. Le fatture “gonfiate” erano state emesse da un’impresa edile del posto che aveva eseguito lavori di ristrutturazione a favore dell’azienda turistica. Le condotte assunte dai responsabili della vicenda, sono state oggetto di deferimento alla Procura della Repubblica di Lecce, per le ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni dello Stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche e per l’emissione e l’utilizzazione di fatture false.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!