In manette cittadino bulgaro per estorsione e lesioni

Gallipoli. La vittima è una bulgara, badante trentenne, costretta, sotto minaccia, a consegnare all'uomo, il compenso del suo lavoro

arrestato per estrosione continuata aggravata, percosse e lesioni personali. All'alba di oggi, a Gallipoli, a conclusione di una complessa attività investigativa, i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia dei Carabinieri della locale Stazione, hanno arrestato, in flagranza di reato per estrosione continuata aggravata, percosse e lesioni personali, il cittadino straniero Kotsev Kotsi Mladenov, bulgaro, classe 1963, già noto alle Forze dell’Ordine per reati di varia natura. L'indagine e il conseguente arresto sono scaturiti dalla denuncia di una giovane connazionale bulgara, in Italia per lavoro, che, aveva denunciato i soprusi subiti. Ogni mese, dal 2008, la ragazza era costretta, sotto minaccia, a consegnare all'uomo, il compenso dell’attività di badante, circa € 700, che svolgeva regolarmente. Si stima che, nel tempo, Kotsev abbia sottratto alla malcapitata una somma di oltre 10.000 euro. A seguito della perquisizione personale di Kotsev, è stata rinvenuta una somma contante di € 1.310,00, ritenuta provento dell’illecità attività e pertanto sottoposta a sequestro. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!