Rocco Boccadamo: Basta feste dei partiti

Rocco Boccadamo propone l'abolizione delle feste di partito

Stamani, mi sono preso un bel bagno settembrino nello splendido mare di Castro. Immergendomi con pinne e maschera nei bassi fondali ricoperti d’erba a ridosso della scogliera rocciosa, ho anche pescato qualche manciata di ricci, mentre sparuti nugoli di pesciolini variopinti mi volteggiavano intorno. Ma, soprattutto, dalla mezzora d’esercizio natatorio, ho potuto trarre il giovamento di un autentico prodigio: grazie a quello scenario di silenzio e di parallelo moto vitale senza infingimenti, sono riuscito a disintossicarmi dal recente penoso e uggioso spettacolo delle feste di partito. Manifestazioni che, in altri tempi, ovvero quando non esistevano TV, talk show, internet e blog, potevano avere senso, mentre, attualmente, si rivelano completamente inutili. Vorrei lanciare una proposta: gli schieramenti politici da estremo a estremo, una volta tanto concordi, dal prossimo anno le aboliscano. 14 settembre 2010 Rocco Boccadamo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!