Idv: i giovani eleggono il leccese Cesare Peluso

Proclamato all’unanimità neocoordinatore provinciale durante il 1° Congresso provinciale del Dipartimento “Giovani” dell’Idv

Ieri sera 13 settembre presso la sede provinciale di viale Lo Rè alla presenza del coordinatore del Dipartimento “Giovani” dell’Idv Puglia, Gianna Spada, del garante congressuale, Ivan Volpe del coordinamento provinciale di Brindisi, del coordinatore provinciale Francesco D’Agata, nonché di esponenti del coordinamento provinciale di Lecce e di giovani militanti della provincia, si è tenuto il 1° Congresso Provinciale del rifondato Dipartimento “Giovani” dell’Italia dei Valori della Provincia di Lecce. Il congresso a cui sono intervenuti anche esponenti dell’Unione degli Studenti tra cui il neocoordinatore Lorenzo Tarantino, ha proclamato all’unanimità quale neocoordinatore provinciale il giovane consigliere circoscrizionale leccese Cesare Peluso, laureando in giurisprudenza e già più suffragato alle scorse provinciali per i cinque collegi della città di Lecce. Cesare Peluso, autore dell’unica mozione presentata dopo l’incontro precongressuale del 01 settembre e da tempo impegnato nell’organizzazione del movimento giovanile in provincia ha inteso sottolineare quanto segue: “La priorità che, come Coordinatore provinciale dei giovani mi propongo è di allargare il più possibile il numero e la partecipazione al gruppo giovanile di Idv. Una volta raggiunto tale obiettivo verrà da sé la necessità di dotare il gruppo di una struttura che funga da esecutivo. In particolare verranno individuate all’interno del gruppo alcune figure: il responsabile dei rapporti con l’università, il responsabile dei rapporti con gli organi di stampa, un responsabile che curi la comunicazione via internet e il profilo Facebook e Twitter del gruppo giovanile della provincia di Lecce. In nome della trasparenza saranno pubblicati in rete i verbali delle sedute del coordinamento dei giovani. Auspico infine che il Congresso che mi ha proclamato Coordinatore provinciale dei giovani sia il punto di partenza di un percorso proficuo e partecipato che ci vedrà tutti impegnati nel difendere i valori di cui il nostro partito si è sempre fatto portatore”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!