L'ambasciatore indiano arriva a Casarano

Il programma della visita prevede pranzo di lavoro e incontri con i rappresentanti di società civile, politica e imprenditoria cittadina

Il Ministro plenipotenziario dell'Ambasciata indiana in Italia, S.E. Saurabh Kumar, e l’addetto culturale della stessa ambasciata, Rajesh K. Agnihotri, saranno oggi a Casarano in visita ufficiale. I diplomatici del più grande Paese del mondo (dopo la Cina) saranno ricevuti a Palazzo di Città (ore 13.30) dal sindaco, Ivan De Masi, e dalla giunta municipale. Il programma della visita dell’ambasciatore indiano prevede un pranzo di lavoro e una serie di incontri con i rappresentanti della società civile, della politica e dell’imprenditoria cittadina. Dopo la visita alla città, la delegazione indiana avrà un incontro istituzionale a Palazzo dei Domenicani (ore 17) con il sindaco De Masi; con la vice presidente della Regione Puglia, Loredana Capone; con gli assessori comunali; con il presidente del Consiglio Comunale, Paolo Zompì, e diversi consiglieri comunali; con il vicepresidente della Camera di Commercio di Lecce, Marcello De Giorgi. Presenti anche alcuni esponenti del mondo imprenditoriale. Dopo l’incontro, la delegazione del Paese asiatico parteciperà al “Salento International Film Festival. La presenza della massima rappresentanza della Repubblica Federale dell’India a Casarano, infatti, è stata possibile grazie alla rassegna cinematografica in corso di svolgimento al cinema teatro “Manzoni”. La giornata odierna del Siff è dedicata proprio all’India. In programma (ore 21.30) il film in concorso “Road to Sangam” di Amit Rai e, soprattutto, l’attesa serata speciale dedicata alla “bhangra dance” (piazza Mercato dopo il film). La musica “bhangra” nasce nel Punjab, una regione dell'India del nord, dove da generazioni la gente festeggia la fine della mietitura con balli al ritmo del “dhol”, un enorme tamburo di legno. Dal semplice ritmo di un tamburo, “bhangra” si é trasformata in una musica in cui le melodie asiatiche si fondono con tutte le forme di sonorità moderne, tra cui il reggae, la trance e la techno. Il gruppo “Nachda Punjab cultural mirror of India”, per la prima volta in Italia, è composto da 14 ballerini e vi trascineranno in questa coinvolgente, trascinante sensuale danza. “Il cinema è una delle più importanti forme di marketing territoriale – afferma il sindaco De Masi – ma al di là dell’aspetto commerciale, che pure è di fondamentale importanza, l’incontro con una delegazione proveniente da una parte del mondo così lontana deve essere da stimolo per ognuno di noi. Aprirsi a nuove culture, riuscire a comprenderle e a coglierne la straordinaria ricchezza, vuol dire dare concretezza al processo di globalizzazione dei valori, primo tra tutti quello della centralità dell’uomo, che deve supportare ed umanizzare la globalizzazione economica e dei mercati”. Per l’assessore alla Promozione del territorio, Francesca Fersino, la visita dell’ambasciatore è un’ opportunità unica. “Abbiamo visto in quest’occasione – commenta l’assessore Fersino – la possibilità di allacciare rapporti commerciali. È su questi presupposti che si basa il nostro interesse a ricevere l’ambasciatore, gettando così le basi per una collaborazione che possa creare un utile interscambio. In questo senso l’occasione del Festival è stata propizia, in quanto ci permette di pubblicizzare le nostre potenzialità commerciali e imprenditoriali”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!