Sequestrati oltre 4mila articoli di bigiotteria, accessori e cosmetici

Si tratta, in particolare, di oggetti privi del marchio CE e dell’etichettatura merceologica, che ne garantisce la sicurezza d’uso

Nelle marine di Salve e Torre Vado, sono stati effettuati controlli nei confronti di cinque venditori ambulanti di origine extracomunitaria, che avevano vendevano accessori di abbigliamento non in regola, con la normativa comunitaria e nazionale sulla sicurezza dei prodotti. Nei loro confronti, che avevano posto in vendita 4.123 articoli di bigiotteria, accessori di abbigliamento e cosmetici (orecchini, anelli, collane, piercing, cinture, smalti per unghie) senza la garanzia che gli stessi prodotti non costituissero potenziale pericolo per la salute dei consumatori, sono state effettuate le conseguenti segnalazioni alla Camera di Commercio in attesa che ne disponga la relativa confisca e la conseguente distruzione. Si tratta, in particolare, di oggetti di bigiotteria, di abbigliamento e cosmetici risultati privi del marchio CE e dell’etichettatura merceologica, che ne garantisce la sicurezza d’utilizzo e di cui si disconosce la composizione del materiale impiegato, il luogo di fabbricazione, l’azienda produttrice e/o l’importatore, le precauzioni d’uso. Pertanto, anche nel caso di piccoli oggetti dall’apparenza innocua, come braccialetti o collanine, occorre prestare molta attenzione, in quanto la pessima qualità delle materie prime e la loro fabbricazione approssimativa, possono comportare il distacco di parti minuscole, con conseguenti gravi rischi a danno dei potenziali utilizzatori.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!