Vivi, Conosci, Proteggi il Mare

A Palmariggi, l’iniziativa, a carattere divulgativo, che si pone come obiettivo la scoperta dell’ambiente sottomarino del Salento

Domenica 5 settembre, l’associazione culturale e ricreativa “Masseria La Corte” di Palmariggi, in collaborazione con il Nucleo Sommozzatori Protezione Civile Palmariggi, l'associazione culturale “Il Cedro del Libano”, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino Speleologico (squadra speleo subacquei e alto fondisti), la Federazione Italiana Attività Subacquee Sezione di Lecce e Circolo di Leverano, e l’associazione di promozione sociale e socio–educativa “Il Bandolo”, organizza un evento dedicato interamente al mare, risorsa fondamentale da salvaguardare, ma anche forza della natura che occorre conoscere e rispettare. L’iniziativa “Vivi, Conosci, Proteggi il Mare”, a carattere divulgativo, si pone come obbiettivo la scoperta dell’ambiente sottomarino del Salento, con particolare riferimento agli organismi viventi, nella consapevolezza che la tutela del mare, immenso patrimonio di biodiversità, passa innanzitutto attraverso la sua conoscenza. Con la collaborazione di diversi “addetti ai lavori”, sarà possibile visitare, virtualmente e non, il mondo subacqueo, con la curiosità di chi attraversa un universo semisconosciuto. A partire dalle ore 16 alle ore 19.45, gli operatori de “Il Cedro del Libano” garantiranno l’apertura del “Museo della Conchiglia e del Corallo -'Architetture del Mare'” in piazza Garibaldi a Palmariggi, dove saranno condotte visite guidate intervallate dalla proiezione di immagini fotografiche subacquee, commentate dal Nucleo Sommozzatori Protezione Civile Palmariggi. Dalle ore 20 presso la Masseria La Corte di Palmariggi, sarà possibile assistere alla proiezione di due cortometraggi che non mancheranno di stupire il pubblico per ambienti, scenografie e soggetti ritratti in momenti di vita molto particolari: “Salento: Cartoline dal Blu” e “I colori della notte”, con introduzione dell’autore Sandro Notarangelo, rinomato video operatore subacqueo, che, con i suoi filmati girati nelle acque del Salento, ha saputo imporsi su importanti palcoscenici nazionali. L’autore interverrà nelle vesti di presidente dell'associazione culturale “Odv Arthas” che ha per finalità la salvaguardia e la promozione dell'ambiente, con particolare riguardo all'ambiente marino. A questi seguirà una presentazione dal titolo: “Il sistema carsico sommerso di Capo d'Otranto: stalattiti biogeniche e problematiche ambientali” di Marco Poto. La masseria “La Corte” ospiterà inoltre la mostra fotografica “Salento: scrigno d’acqua”, a cura della “Fias Lecce” – Circolo di Leverano, il racconto discreto dei segreti del nostro mare, un mondo di silenzi, di dettagli sottili e contrasti, di trasparenze e colori forti. Si approfondiranno, con i rappresentanti del Nucleo Sommozzatori Protezione Civile Palmariggi e del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino Speleologico – Squadra Speleosubacquei e Altofondisti le problematiche che possono insorgere frequentando il mare, e di come si può intervenire nel salvataggio. Infine, si parlerà di quanto i nostri stili di vita possano influenzare l’equilibrio di questo ecosistema e di come una sofferenza del sistema mare si ripercuota, a volte pesantemente, sull’ambiente esterno.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!