Contraffazione: denunciato un senegalese a Leuce

Notato un venditore ambulante che tentava di nascondere merce. Sequestrati 187 accessori, fra cui cinture, occhiali e custodie

Nell’ambito dell’operazione “Veramente falso”, i Finanzieri hanno effettuato alcuni controlli nel mercatino settimanale a Leuca al fine di contrastare il fenomeno della vendita, da parte di ambulanti, di capi ed accessori di abbigliamento contraffatti. Infatti, nell’ultima domenica di agosto, durante l’ora di massimo afflusso, i Finanzieri hanno notato che un venditore ambulante tentava di nascondere, la merce che poco prima offriva in vendita su di un banchetto improvvisato. L’immediato intervento ha consentito di recuperare e sequestrare 187 accessori di abbigliamento costituiti da cinture, occhiali,e custodie per occhiali, recanti marchi contraffatti di note case di moda. Il venditore di origine senegalese di 47 anni è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria. La vendita di tali prodotti, oltre ad eludere la normativa sulla tutela del diritto d’autore e, quindi, comportare danni considerevoli all’economia legale, presenta rischi seri anche per la salute dei consumatori, in quanto le lenti montate sugli occhiali da sole, non rispettando quei rigidi criteri di sicurezza imposti dalla normativa europea, possono creare disturbi alla vista.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment