Settimana all'insegna del “bien vivre” al Castello de' Monti di Corigliano

Dal 20 al 27 agosto: vini, musica, arte e cultura con il “Laboratorio d’arte internazionale” e le esposizioni di artisti affermati

Venerdì 20 agosto, alle 21.30, ritorna il savoir vivre e la cultura del bere a “Le Terrazze del Duca” con “VinInvinile”, una serata organizzata dalla “Cooperativa Sociale Korianì” in collaborazione con l’enoteca “I vizi degli Dei” di Corigliano d’Otranto. Per la serata, Antonio Greco, enologo ed esperto conoscitore di vini, proprietario dell’Enoteca coriglianese “I vizi degli Dei”, selezionerà un ventaglio di nettari da degustare in compagnia della buona musica, rigorosamente in vinile, di Paolo Bracciale. Calici di Tirikrea, Charisma, Idillio, Bianco o Salento Rosato Brunera: primitivi, negroamaro, rossi, rosati o bianchi potranno essere piacevolmente gustati con dell’ottima musica di sottofondo: brani che spazieranno nei vari generi jazz, bossa nova, funky/soul house italo disco ecc, così come i diversi vini, musicalità e sonorità, colori, sapori e corposità differenti tutte da scoprire. Un calendario ricco di appuntamenti quello di “Korianì” e “Le terrazze del Duca” per il quale, dopo “VinInvinile”, il 22 e il 23 agosto, in occasione della festa Patronale di San Nicola, l’atrio del castello de’ Monti e il piazzale antistante si trasformeranno in un grande Mercatino dell’antiquariato (aperto dalle 16 alle 24) con espositori di tutta la provincia e alcuni che giungeranno da Brindisi e Taranto. Gli interessati ad esporre possono mettersi in contatto con “Le Terrazze del Duca”. Esperti dell’antiquariato presenteranno le loro merci che riguardano la numismatica, i francobolli, l’oggettistica e l’antichità. E poi ancora libri, mobili antichi, preziose e vetuste lampade, i più famosi e introvabili vinili di 33 giri e molto altro ancora che potrà essere apprezzato e comprato da esperti del settore e non. A seguire, dal 24 al 27 agosto, il Castello de Monti ospiterà il “Laboratorio d’arte internazionale”, iniziativa con cui la Cooperativa “Korianì” intende promuovere manifestazioni di arte e cultura per la fruizione e la valorizzazione del castello e il sapere nel territorio. L’iniziativa nasce da una collaborazione con “Mira” (Martignano International Residency for Artists) che appoggia gli artisti internazionali e promuove lo scambio culturale fra le discipline artistiche e le esperienze internazionali. Gli artisti espongono individualmente e collaborano a una performance nel castello di Corigliano, con installazioni e opere varie. Mary Giamo, poeta di New York, offre un omaggio alle “Ovid's metamorphoses” e invita il pubblico a recitare i versi sfruttando e giocando con l’eco della vecchia stanza dei cannoni. Jessic Houston, artista di newyorkese, interviene catturando l'attenzione dello spettatore con il colore, la luce e la geometria degli spazi. Insieme allo scienziato, Bruno Tremblay, mostrerà un time-lapse video-in progress, della luce perpetua nel profondo silenzio dell'Artico. Anche Kate Temple, artista americana, cittadina della grande mela, crea luminose atmosfere ispirate alla luce e ai fenomeni naturali. Esporrà inoltre nuovi lavori ispirati alla Grecìa Salentina e un'installazione dedicata al mare. Mentre Elisabeth Champion, dalla California, fotografa e illustratrice, presenterà delle suggestive fotografie ispirate alla Puglia e alle sue naturali e… innaturali bellezze. Una settimana con l’arte e la cultura tutta da vivere e da scoprire grazie alla Cooperativa Korianì che insieme a “Le Terrazze del Duca” intendono ricreare e promuovere i fasti e il fervore culturale che un tempo caratterizzavano il Castello de’ Monti, per una partecipazione sempre più attiva alla vita culturale del territorio e dell’antico maniero. Per info e prenotazioni: 328.4768278

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment