Scassinava auto a Portoselvaggio. Preso

Porto Selvaggio. L'uomo era già noto alle forze dell’ordine per aver commesso reati di varia natura

A seguito di svariate denunce di furto e danneggiamento presentate da cittadini e turisti di Porto Selvaggio, i Carabinieri della stazione di Nardò hanno denunciato a piede libero, A.A. 30enne, già noto alle forze dell’ordine per reati di varia natura. L'uomo, a bordo della propria auto, percorreva ripetutamente le zone di sosta dei mezzi di chi parcheggiava per recarsi in spiaggia. Il particolare non è passato inosservato e ha spinto i militari a bloccare il trentenne per un una accurata perquisizione prima veicolare e poi domiciliare. Nel primo caso sono stati ritrovati, oltre a svariati arnesi atti allo scasso, anche della refurtiva. Gli oggetti recuperati (apparecchiatura elettronica, occhiali, portafogli, cellulari, ipod) sono stati restituiti al legittimo proprietario. Un dettaglio singolare: tra gli oggetti in possesso del ladro anche un paio di manette. Anche presso l’abitazione di A.A. è stata ritrovata lo stesso tipo di refurtiva.

refurtiva porto selvaggio

Sono tuttora in corso indagini allo scopo di individuare la provenienza degli oggetti rinvenuti presso l'abitazione. Nei confronti del 30enne denunciato è stato proposto il foglio di via obbligatorio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!