Acqua dello sciacquone. Risparmiarla Q.B.

Nasce “Quanto Basta”, un apparecchio che permette di risparmiare fino all’85% dell’acqua dello sciacquone

Ogni volta che scarichiamo sprechiamo fino a 13 litri d’acqua potabile. E' possibile pensare di risparmiare l'acqua potabile che se ne va ad ogni scarico dello sciacquone? Sì, può essere sufficiente scaricare “quanto basta”! Si chiama proprio “Quanto basta” il piccolo apparecchio che si installa nello scarico e consente di risparmiare fino all’85% d’acqua. Il prodotto, ideato da Roberto Paladini, presidente di CulturAmbiente onlus, e sostenuto economicamente dalla cooperativa sociale l'Arcobaleno, si inquadra nell'ambito del progetto Alba, portato avanti dalla cooperativa l'Arcobaleno e da CulturAmbiente onlus nelle due strutture nell'agro di Lecce nelle vicinanze del comune di San Pietro in Lama. Presso le due masserie – che ospiteranno il parco ecosostenibile che il progetto Alba punta a realizzare – è ormai alle porte la conclusione della bonifica, effettuata gratuitamente dall'azienda Axa, dell'eternit presente su alcuni vecchi pollai e vani tecnici. In questo contesto nasce Q. B. L’innovativo apparecchio è stato sperimentato dicembre scorso presso le strutture del progetto Alba e a marzo presso le manifatture Knos, nella sede di CulturAmbiente e in casa di una cittadina sensibile, Cecilia, dando ottimi risultati. Q. B. funziona in modo semplice: tenendo premuto il pulsante, si avrà il flusso d’acqua utile a scaricare i reflui; rilasciandolo il flusso d’acqua si arresterà. L'installazione del prodotto è stata affidata a F.A.R. Eco, un nascente gruppo di lavoro costituito da Roberto Paladini, Antonio Melcore (laureandi in ingegneria dei materiali e meccanica) e Fabrizio Cafaro (dottore in ingegneria dei materiali) che hanno messo appunto il brevetto che stanno procedendo a registrare presso l'ufficio brevetti della Camera di commercio di Lecce. Troverete tutte le informazioni nello spot realizzato dalla società, che potete visualizzare collegandovi a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=zEGCGFqdfAs

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati