12milioni di euro al Gal “Serre Salentine”

Il Psl di Gal “Serre Salentine” conquista il primo posto nella graduatoria regionale e si aggiudica 12 milioni di euro stanziati dall'Unione Europea e Regione

Il Piano di Sviluppo Locale avanzato dal Gal “Serre Salentine” corrisponde perfettamente ai requisiti fissati dall’Unione Europea e dalla Regione, tanto da cumulare il punteggio di 100/100, posizionandosi così al primo posto in graduatoria. L’obiettivo del progetto vincitore, al quale viene destinata una somma pari a 12 milioni di euro, è quello di rispondere ai bisogni e alle esigenze del distretto territoriale composto dai comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie. Gli interventi del Psl del Gal interesseranno saranno di vario tipo: investimenti funzionali alla fornitura di ospitalità turistica (con la creazione di aziende agricole didattiche e di aziende agricole sociali, la produzione e commercializzazione di prodotti artigiani, la produzione e vendita di energia ai soggetti gestori); sostegno allo sviluppo e alla creazione di imprese dell’artigianato tipico locale, del commercio di prodotti tradizionali e tipici del territorio delle Serre Salentine; incentivazione di attività turistiche. Priorità, negli interventi, sarà offerta alle donne e ai giovani. Salvatore D’Argento, sindaco di Taviano, nonché presidente del Gal “Serre Salentine”, in merito al finanziamento ha espresso “soddisfazione per il risultato raggiunto, importante e significativo, soprattutto perché si tratta di un Gal di nuova costituzione. Il successo ottenuto è merito di una progettazione di qualità ed innovativa e di un’attenta capacità di concertazione e collaborazione tra pubblico e privato”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!