Ugento. Mare senza barriere

Consegna di 14 sedie Job a Torre Mozza, per stabilimenti balneari a misura di disabile

Nei giorni scorsi è stato siglato a Lecce un protocollo d’intesa tra il Centro servizi volontariato e l’Azienda di promozione turistica cittadina con l’intento di promuovere il turismo accessibile, cioè, come spiega Luigi Russo, presidente del Csvs ,“permettere a persone con esigenze speciali la fruizione della vacanza e del tempo libero, senza ostacoli e difficoltà”. Un primo passo per realizzare al meglio questo obiettivo consiste nella consegna di 14 sedie Job, ossia di sedie a sdraio che consentono l'attraversamento della spiaggia e l'accesso al mare delle persone con disabilità, in uso gratuito presso gli stabilimenti balneari del comune di Ugento. La consegna di queste speciali sedie è in programma per domani a Torre Mozza, marina di Ugento, nel piazzale antistante la chiesa, alle ore 16.30. Alle 18.30, poi, si terrà un seminario sul turismo accessibile e sulle caratteristiche delle sedie, il cui intento è far conoscere alla cittadinanza le potenzialità del progetto pensato per sostenere “turismo sostenibile e accessibile”; in più, permetterà agli operatori turistici e ai volontari del progetto di conoscere le caratteristiche e le funzionalità delle sedie Job per un loro corretto utilizzo. L’Apt di Lecce collaborerà al progetto attraverso la formazione al giusto uso delle sedie degli operatori che aderiranno al progetto. Durante il seminario interverranno: Luigi Russo, presidente del Centro servizi volontariato Salento; Stefania Mandurino, commissaria dell’Azienda di promozione turistica di Lecce; Eugenio Ozza, sindaco di Ugento; Donato Melcarne, presidente dell’associazione “Insieme per i disabili”; Biagio Congedi, presidente della Protezione Civile Ugento “La Forestal 1”. Parteciperanno anche i partners del progetto: Apt Lecce, Uildm – sezione “Capo di Leuca, “Insieme per i disabili” di Alessano, “CulturAmbiente” di Lecce, Club Turismo Salento di Lecce. Alla fine del dibattito avverrà anche una dimostrazione pratica delle funzionalità della sedia Job presso uno degli stabilimenti balneari di Torre Mozza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!