Il fascino dei papiri

Dal 30 giugno al 9 luglio la mostra fotografica delle opere di restauro condotte dall’équipe leccese di Mario Capasso su papiri di musei nazionali e internazionali

“Storia… di restauri. Le campagne di restauro del centro di studi papirologici tra università e musei” è il titolo della mostra fotografica sulle campagne di restauro degli studiosi dell’università del Salento, in esposizione dal 30 giugno al 9 luglio nel Museo papirologico dell’ateneo di Lecce. La mostra è organizzata dall’Aicc, Associazione italiana di cultura classica, delegazione brindisina dedicata al poeta latino Virgilio, nella quale operano giovani studiosi e collaboratori del professore Mario Capasso, direttore del Centro di studi papirologici dell’ateneo. Da anni, il centro di studi papirologici dell’Università del Salento è impegnato in campagne di restauro di papiri appartenenti a musei nazionali e internazionali. L’équipe leccese, guidata da Capasso, ha lavorato su papiri egizi e greci del Museo civico archeologico di Bologna, su quelli geroglifici, ieratici, greci e latini del Museo egizio de Il Cairo, su quelli greci e copti dell’Università di Liegi, su quelli arabi e greci dell’Ain Shams University, e infine, sulla famosa Charta Borgiana, custodita nel Museo archeologico nazionale di Napoli. La mostra fotografica allestita raccoglie le foto di queste opere di restauro,messe in mostra non a caso nel Museo papirologico dell’ateneo, nato nel 2007, in cui è raccolto una collezione di oltre 350 papiri documentari, acquistati tra il 1999 e il 2006 sul mercato antiquario; nel museo è anche presente la biblioteca di egittologia e di papirologia, donata da Luca Tombi, sponsor della missione archeologica del centro di studi papirologici in Egitto. Il museo è poi sede dell’associazione culturale “Soknopaiou Nesos project”, di cui fanno parte coloro che sostengono questa missione, guidata da Mario Capasso e Paola Davoli. L’inaugurazione della mostra fotografica è in programma per domani alle 17.30, ed è possibile visitarla in coincidenza con gli orari di apertura del Museo papirologico dell’ateneo:da lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì anche di pomeriggio dalle 15 alle 18.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!