Sound res. In cantiere progetti in anteprima mondiale

Artisti internazionali si incontrano a Lecce per la settima edizione del “Sound res 2010”. Ospiti d’eccezione: Patrick Watson e la sua band

È Patrick Watson l’ospite d’onore della settima edizione del “Sound res 2010”, a Lecce dal 6 al 13 luglio. Il giovane canadese, che è compositore, pianista e cantante, sarà accompagnato dalla sua band composta dai musicisti Simon Angell (chitarra, lapstil, banjo, charanga), Robbie Kuster (basso), Mishka Stein (batteria e percussioni). Altri musicisti collaboreranno con Watson e la sua band: Melanie Belair, violinista, Cesare Dell’Anna, trombettista salentino, David Sheppard, famoso compositore di Londra, Jeroen Kimman, chitarrista olandese e Luigi Presicce, artista visivo. Non sarà presente, invece, durante lo svolgimento del festival, il direttore artistico David Cossin, poiché impegnato con Sting nel tour mondiale di Synphonicity. Il fine della manifestazione non è solo quello di presentare in Italia una delle band più promettenti del momento, ma è anche quello di produrre un lavoro inedito, nato dalla collaborazione tra gli artisti coinvolti, che sarà presentato in anteprima mondiale nel Salento. Molteplici sono le attività in programma per la settimana. L’8 luglio si terrà il concerto d’apertura al Palazzo dei Celestini di Lecce, dove Patrick Watson e la sua band presenteranno il loro ultimo album “Wooden Arms”; tre appuntamenti con la Casa di musica di Trepuzzi “Sound res summer school9 luglio, “Sound res for kids” rivolto a ragazzi tra i 10 e 18 anni in condizione di disagio, in collaborazione con gli psicologi dell’età evolutiva Psy-i e alcuni centri di residenza per minori della provincia di Lecce e gli artisti di Sound Res; 10 e 11 luglio, due giornate di workshop di composizione collettiva e approccio allo strumento per musicisti, cantanti e compositori, curato da Patrick Watson e la sua band. Il concerto finale del 13 luglio (il luogo in cui si svolgerà è ancora da definirsi) presenterà il lavoro frutto della collaborazione tra gli artisti, in assoluta anteprima mondiale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!