Lfd chiede casa alla Provincia

“Sfrattata” dall'ex liceo musicale “Tito Schipa” che tra 15 giorni sarà interessato da lavori di restauro, Libera Federazione Donne chiede alla Provincia garanzie per il futuro

Sabato mattina si sono ritrovate nll’atrio di Palazzo Adorno per chiedere alle istituzioni, e in particolare alla Provincia di Lecce, di individuare una sede provvisoria per la loro associazione. Sono le donne aderenti a Libera Federazione Donne che entro il 30 giugno prossimo, quando sarà aperto il cantiere per la ristrutturazione dell'ex liceo musicale “Tito Schipa” dove da un anno e mezzo hanno sede, si ritroveranno senza “casa”. A 15 giorni dall'inizio dei lavori, denunciano, l'amministrazione provinciale non ha fornito alcuna risposta circa il futuro della “Casa delle Donne”. Per la Federazione il primo e imprescindibile obiettivo è infatti quello di tornare nel “Tito Schipa” una volta terminati i lavori di ristrutturazione, “in quella parte – dicono – che ci è stata assegnata in comodato d'uso”. “Sappiamo bene – continuano – che esiste un finanziamento e che i lavori dovranno essere appaltati entro il 30 giugno, ma noi rivendichiamo sia l'impegno profuso nella richiesta di finanziamento sia il fatto che tutte le nostre attività hanno reso viso e fruibile quel contenitore”. Al fianco delle donne e della loro battaglia si è schierata Teresa Bellanova, deputata del Pd, che ha cheisto alla Regione di intervenire a favore di un'associazione “che bene ha fatto alla vita culturale della città di Lecce”.

Leave a Comment