Un cane-guida per uno studente non vedente

Grazie alla raccolta di 3.100 euro, avvenuta tramite un quadrangolare di calcio, l’Ateneo ha contribuito all’acquisto del cane. Domani la consegna allo studente

Anche l’Università del Salento ha contribuito al bel risultato di solidarietà che si celebrerà domani a Lecce: la consegna di un cane-guida a uno studente universitario non vedente acquistato grazie a una serie di iniziative promosse dal club Lions Copertino Salento guidato dalla professoressa Anna Maria Colaci, peraltro docente dell’Ateneo salentino. Domani, infatti, dalle 10 alle 13 in piazza Sant’Oronzo a Lecce, avverrà la cerimonia di consegna del cane-guida alla presenza – tra gli altri – del delegato del Rettore alla Disabilità Luigi Santoro e del vice prefetto vicario Luigi Armogida. L’Università del Salento ha contribuito alla raccolta di 3.100 dei 12mila euro necessari per l’acquisto del cane. Il significativo risultato è stato raggiunto grazie a una specifica raccolta fondi della Facoltà di Economia e a un quadrangolare di calcio che si è svolto il 15 maggio scorso allo stadio “Colaci” di Calimera; si sono sfidate la squadra dell’Università e quelle dei magistrati del Tribunale di Lecce, dei soci Lions e degli amministratori della Grecìa Salentina. L’Università del Salento ha conseguito in quell’occasione un ottimo risultato sportivo: la compagine universitaria, infatti, costituita da personale tecnico-amministrativo e docenti, affidata alle cure tecniche del selezionatore professor Stefano Adamo (preside della Facoltà di Economia) e sotto la supervisione del presidente (il rettore Domenico Laforgia) e del team manager (il prorettore professor Carmelo Pasimeni), si è imposta nella competizione. La vittoria grazie a un doppio successo: 2-0 nella semifinale sulla rappresentativa della Grecìa Salentina, e 3-0 in finale sulla rappresentativa dei Magistrati. “Eccellente la prestazione dei nostri atleti”, assicura il professor Luigi Melica (Facoltà di Giurisprudenza), che ha guidato la squadra in qualità di capitano. Della squadra hanno fatto parte: Antonio Agrimi (personale tecnico Dipartimento Affari finanziari), Paolo Cucurachi (docente a Economia), Alberto Dell’Atti (docente a Scienze Sociali), Saverio Di Benedetto (docente a Giurisprudenza), Andreas Dima (personale Bar Giurisprudenza), Vito Leone (personale tecnico Dipartimento Affari finanziari Ufficio Stipendi), Giampaolo Luperto (studente di Economia), Lorenzo Mariano (personale tecnico Dipartimento Lingue), Antonio Melcarne (personale tecnico Economia), Luigi Melica (docente a Giurisprudenza), Mino Mitrugno (personale tecnico Dipartimento Studi Storici), Francesco Quarta (dottore di ricerca Giurisprudenza), Andrea Starace (dottore di ricerca Giurisprudenza), Saverio Sticchi Damiani (docente a Economia), Mario Turco (docente a Economia), Massimo Vernaleone (personale tecnico Ufficio Servizi generali), Vincenzo Vincenti (dottore di ricerca Giurisprudenza).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!