A Chicago i migliori vini pugliesi

Da oggi e fino a sabato prossimo, 19 produttori agricoli pugliesi saranno presenti al WWM di Chicago, l’evento a stelle e strisce dedicato al mondo dell’enologia

Ben 19 aziende vinicole pugliesi saranno presenti alla terza edizione del World Wine Meetings, la borsa d’affari dedicata al vino di qualità in programma nella metropoli dell’Illinois a partire da oggi fino a sabato 13 giugno. Il vino made in Puglia, ottenuto da uve autoctone, si presenta per il secondo anno consecutivo all’evento di Chicago e vede partecipare una corposa partecipazione, frutto dell’articolato programma di promozione dei sistemi produttivi elaborato dalla Regione, assessorato allo Sviluppo Economico e Innovazione Tecnologica, con il supporto operativo dello Sprint Puglia. WWM si propone come una piattaforma d’affari che intende offrire alle aziende vinicole del vecchio continente la possibilità di costruire o consolidare rapporti commerciali, sulla scia della positiva evoluzione delle tendenze di consumo di vino in tutta l’America. La Regione Puglia metterà a disposizione di ogni azienda pugliese partecipante una business suite, ossia un’area attrezzata in cui realizzare le degustazioni di prodotto e gli incontri d’affari secondo un’agenda predefinita sulla base delle specifiche richieste pervenute agli organizzatori sia dagli operatori pugliesi e sia dai compratori americani. La Regione, inoltre, organizzerà un evento eno-gastronomico riservato esclusivamente agli operatori americani, caratterizzato dalla degustazione dei nostri bianchi, rosati e rossi abbinata a piatti tipici della migliore cucina a stelle e strisce. Convinta dei riscontri positivi di questa partecipazione, Loredana Capone, vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, ha dichiarato quanto segue: “Stiamo accompagnando le imprese verso un percorso di sviluppo sul mercato americano davvero denso di opportunità. A testimoniarlo è la grande performance della Puglia nelle esportazioni. Nel 2009 il valore dell’export pugliese di vini e bevande verso Stati Uniti e Canada ha superato i 5,3 milioni di euro con una crescita del 18,4% sul risultato del 2008. Si può fare ancora di più perché le produzioni di qualità made in Italy sono apprezzate in America e, per i vini in particolare, il gradimento è crescente di anno in anno”. Le diciannove aziende vinicole che hanno accolto l’invito formulato dalla Regione Puglia a partecipare alla WWM 2010 sono: L’Antica Cantina – Cantina Sociale di San Severo; Azienda Agricola Petrera Pasquale; Azienda Agricola Tarantini; Azienda Agricola Valle dell’Asso; Azienda Vitivinicola Francesco Candido; Belmantello; Cantina La Marchesa; Casaltrinità; Castel Di Salve; Colli della Murgia; Consorzio Puglia Best Wine; Casa Vinicola Valle dell'Elce; Lomazzi & Sarli; Santi Dimitri Azienda Agricola; Società Agricola Colle Petrito; Teanum; Tenuta Viglione; Terre Federiciane;Vigne & Vini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!