Processo Colitti jr: la difesa chiede la sostituzione del presidente del collegio

di Andrea Morrone

Dopo la richiesta di citazione di 83 persone, tra testi e consulenti, la difesa di Vittorio Luigi Colitti, il 19enne accusato, in concorso con il nonno, dell’omicidio di Peppino Basile, torna all’attacco. Gli avvocati del giovane imputato, Roberto Bray e Francesca Conte, hanno depositato un’istanza di sostituzione nei confronti del giudice Maria Rita Verardo, presidente del collegio chiamato a giudicare Colitti junior. “Incompatibilità determinata da atti compiuti nel procedimento”, è questa la motivazione alla base della richiesta. La dottoressa Verardo, infatti, avrebbe già svolto un ruolo chiave in sede di indagini preliminari. In particolare, in data 30 dicembre 2009, è stato proprio l’ex presidente del Tribunale minorile a condurre, assistita da un operatore giudiziario, una delle audizioni della piccola testimone oculare di sei anni. Una testimonianza importante, che ha preceduto la richiesta, poi accolta, di secondo incidente probatorio della baby-teste. Una testimonianza, raccolta in ben due incidenti probatori, che è parte  integrante e basilare nell’ipotesi accusatoria. Uno dei principali elementi, secondo la difesa, tra quelli che hanno portato al processo. Su questo presupposto si basa dunque la richiesta di incompatibilità, che sarà l’attuale presidente del Tribunale per i minorenni, la dottoressa Ada Luzza, a dover valutare. Un nuovo capitolo in un processo che si prospetta complesso e assai delicato, in cui la difesa si prepara a dare battaglia. Avvalendosi in questo, oltre che dell’ausilio di numerose testimonianze e di ipotesi alternative a quella sostenuta dall’accusa, anche di due consulenze. Nella prima, la dottoressa Laura Volpini, psicologa forense e docente di psicologia giuridica presso l’Università di Roma “La Sapienza”, proverà a dimostrare l’inattendibilità della piccola teste. Toccherà poi agli altri due consulenti, l’ex comandante dei Ris di Parma, Luciano Garofano, e il dottor Enrico Risso, medico legale, ricostruire la dinamica dell’omicidio sulla scorta dei sopralluoghi e dei rilievi effettuati sulla scena del crimine.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!