Otranto. La città si veste di storia

Il medioevo rivive tra le strade di Otranto. La terza edizione de “Le giornate medievali” si arricchisce anche della Fiera di Primavera

Otranto si veste di storia e dei racconti medievali. Nell’incantevole cornice del borgo antico, del fossato e del castello, prende vita il Medioevo nella terza edizione della riuscita manifestazione, con un viaggio visivo che è narrazione e suggestione, in una delle epoche più affascinanti fin dalla notte dei tempi. Nei personaggi, nei suoni e nei sapori del XV secolo si chiude definitivamente un’era. L’edizione di quest’anno, oltre a curare meticolosamente la rievocazione storica del periodo, si coniuga con l’esigenza della spettacolarizzazione dell’evento: per cui, il fossato del castello si animerà con la “Fiera di Primavera”, momento importante per la società feudale, mentre le vie del centro ospiteranno cavalieri, dame, magistrati cittadini, chierici, musici, cantori, ma anche arcieri, spadaccini, archibugieri, tamburini, sbandieratori, mercanti, acrobati, giocolieri, popolani, finanche turchi ottomani che riproporranno momenti di vita di una giornata del quattrocento salentino, all’ombra del maestoso maniero e immediatamente prima dell’assedio del 1480. E ancora un fastoso “corteo” di nobili otrantini, la scaramuccia tra la guarnigione locale ed un gruppo di saraceni, i festeggiamenti per la vittoria, la “Giostra equestre”, l’emozionante performance degli “Artisti del fuoco” e tanto altro ancora per appassionati e visitatori che potranno immergersi nei colori del Medioevo, lasciandosi rapire dalle sue coinvolgenti atmosfere. La manifestazione è organizzata dall’Associazione culturale “Otranto Mediterranea”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Il programma 1 e 2 maggio: Ore 11:00 – Apertura da parte del banditore della fiera-mercato al suono di tamburi. Giro dei musici e degli sbandieratori per le vie del centro storico. Spettacoli di acrobati, trampolieri, mangia-fuoco ecc. Ore 12:30 – Apertura taverna. Ore 15:30 – Giardini pubblici (Porta Terra) Partenza del “Corteo” che, attraversando il centro storico, dalla Porta a Mare, scenderà nel fossato, ove si svolgeranno tutti gli spettacoli. Ore 16:30 e ore 18:00 – Tentativo di un gruppo di saraceni di entrare nel fossato. Battaglia con la guarnigione spagnola. Ore 17:00 e ore 18:30 – Festeggiamenti per la vittoria. Esibizione di sbandieratori, tamburini e musici. Ore 17:30 e ore 19:00 – “Giostra Equestre”. Ore 18:00 e ore 19:30 – Spettacolo di musici e cantori medievali. Ore 18:30 e ore 20:00 – Spettacolo delle danzatrici del ventre. Ore 20:30 – Grande spettacolo finale con il fuoco (mangiafuoco, palle di fuoco, ecc.) Per tutto il pomeriggio e sino alla fine degli spettacoli resterà aperta anche la fiera-mercato, dove turisti e visitatori potranno ammirare i prodotti dell'antico artigianato locale e degustare ricette tipiche.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!