Festival dell'Energia. Si parte dal web

Si prepara a partire la quattro giorni leccese del “Festival dell'Energia”. Carta vincente della manifestazione la comunicazione web

È ufficialmente partito il count down per la terza edizione del Festival dell’Energia con la messa online del programma di tutti gli eventi. Sul sito www.festivaldellenergia.it è possibile consultare gli eventi giorno per giorno, conoscere gli oltre 100 ospiti e costruire un’agenda personale in cui annotare gli appuntamenti di maggiore interesse. Il sito istituzionale del Festival diventa così sempre di più uno strumento importante per pianificare la propria quattro giorni leccese ed essere costantemente informati su tutte le novità. Per l’edizione 2010 il Festival dell’Energia ha puntato notevoli energie sul canale online, veicolando i propri messaggi attraverso social network, quali Facebook e Twitter, ma anche grazie a una fitta rete di contatti con enti locali e nazionali, che hanno amplificato la “voce” della manifestazione attraverso il proprio network on line. Un’iniziativa molto importante della manifestazione 2010 è il canale web, visitabile all’indirizzo www.festivaldellenergia.tv, che raccoglie video e servizi realizzati prima e dopo la manifestazione: interviste ai protagonisti, commenti giornalistici e dirette TV dal Festival. Un mezzo interattivo per avvicinare sempre di più il pubblico alla manifestazione e permettere a tutti di seguire i maggiori eventi anche in modo virtuale. La piattaforma è stata creata ed è gestita dalla testata online SalentoWebTV, una delle prime e più innovative esperienze di web tv a livello nazionale. Tutti i video del Festival sono accuratamente indicizzati, in modo tale da fornire al search engine i dati utili per un corretto inserimento del materiale nel proprio indice e facilitare così le ricerche degli utenti. “Abbiamo implementato sul sito del Festival una Web-Tv, uno strumento che stravolge il concetto classico di informazione” commenta Giovanni Galgano, responsabile comunicazione del Festival dell’Energia. “La formula non è solo il video: bisogna infatti unire la potenza della comunicazione visiva al marketing in rete, combinando l'evento fisico con quello virtuale. La convergenza di questi due elementi offre opportunità interessanti per la costruzione di comunità estremamente dinamiche, ricche e coinvolte, legate dai temi e dagli argomenti chiave di una qualsiasi conferenza o di un qualsiasi evento. La webtv del Festival è uno straordinario strumento col quale offriremo al pubblico anticipazioni e dirette degli eventi. È una sperimentazione anche per noi, ma già ne vediamo i primi frutti positivi”. Interattività è la parola d’ordine anche per il sito istituzionale del Festival, che per quest’anno ha introdotto anche un’interessante novità con la “bacheca dei Falsi Miti”, una sezione in cui gli utenti possono esprimere la propria opinione su alcuni temi energetici e proporre domande per gli esperti che parteciperanno all’Aperitivo “I falsi miti dell’energia”, in programma il 21 maggio. “Un esperimento – aggiunge Galgano – per provare a fare chiarezza su alcune idee che, complice spesso la nostra passività intellettuale, si radicano e diventano verità non vere, un sapere condiviso para-scientifico su cui basiamo scelte individuali e collettive importanti. Non esistono verità assolute, ma certamente è possibile fare luce sulla correttezza delle informazioni che arrivano al pubblico”. La comunicazione web della manifestazione registra miglioramenti costanti che hanno creato una forte aspettativa nei confronti del Festival e un incremento esponenziale degli utenti online: ad oggi gli iscritti alla newsletter sono quasi 7.000 e oltre 3.000 gli accessi unici al giorno al sito www.festivaldellenergia.it, che si prevede aumenteranno fino a 6/7.000 nei giorni immediatamente precedenti alla quattro giorni leccese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!