Lecce. Torneo provinciale di ginnastica ritmica

Svoltosi il 10 aprile scorso, il torneo ha visto la partecipazione della Delfino di Lecce e della Life di Melendugno

Sabato 10 aprile si è svolto a Lecce, presso il Palazzetto della Sport S. Giuseppe da Copertino, il Torneo provinciale 2° e 3° livello di ginnastica ritmica. Hanno partecipato oltre 60 ginnaste appartenenti alle due società ginnastiche della provincia più titolate nell'ambito della ginnastica ritmica: la Life di Melendugno e la Delfino di Lecce. Le ginnaste, appartenenti a varie fasce d'età, hanno eseguito esercizi individuali a corpo libero e con i piccoli attrezzi, guadagnando l'accesso alla successiva fase regionale, che si svolgerà a Monopoli il prossimo 8 maggio. Domenica 11 aprile invece si è svolto, presso la stessa sede, l'ultimo allenamento collegiale inteprovinciale di Ginnastica ritmica. Componenti dello staff tecnico federale, responsabili dei collegiali: Giusi Ancona e Charlotte Lenglet. Ai collegiali hanno partecipato le ginnaste selezionate nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto. La valutazione finale, svoltasi su elementi imposti sia a corpo libero che con gli attrezzi, è finalizzata alla individuazione della ginnasta che potrà partecipare alla selezione per gli allenamenti collegiali estivi del gruppo federale regionale, nonché delle ginnaste che saranno ammesse agli allenamenti collegiali estivi dei raggruppamenti interprovinciali. Prima classificata è risultata Sofia Pepe, della Asd Delfino, allenata da Charlotte Lenglet, che quindi dovrà ora prepararsi per affrontare la durissima selezione per i collegiali regionali, assieme alle compagne di squadra Ludovica Fanmigliulo e Marta Gigante, che già fanno parte di quel gruppo. La selezione si terrà a Giovinazzo il prossimo 16 maggio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!