Premio Verdone. Le idee buone del Sud

GUARDA I VIDEO. Si è concluso il Festival del Cinema Europeo tra applausi e consensi. Successo di pubblico e critica. A “Desperados on the block” l’Ulivo d’oro. A Susanna Nicchiarelli il “Premio Mario Verdone

di Daria Ricci Si è conclusa a Lecce con grande successo di pubblico e di critica la XI Edizione del Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica e Cristina Sodano. In sala i fratelli Verdone, Anna Falchi, Christian De Sica. Il sindaco Paolo Perrone, la vicepresidente Simona Manca. Attori, critici. A “Desperados on the block” di Tomas Emil Rudzik l’Ulivo d’oro, “per l’originalità e la freschezza con cui viene raffigurato un ambiente multietnico, mettendo in evidenza il disagio giovanile” premiato anche dalla giuria Fipresci e da Cineuropa. A Susanna Nicchiarelli con “Cosmonauta” il primo “Premio Mario Verdone”, ovvero il riconoscimento che Carlo, Luca e Silvia Verdone hanno voluto dedicare al ricordo del padre Mario, il professore grande saggista e storico del cinema scomparso nel giugno dello scorso anno. Il premio le è stato attribuito per “Il tocco delicato con il quale, pur essendo molto giovane, ha realizzato un film, permeato di sublime poesia, dimostrando di saper già dirigere con sicurezza i suoi attori. Un talento, il suo – si legge nella motivazione -, che lascia intravedere uno sviluppo interessante nella sua vena artistica. Un esordio importante da incoraggiare”. La targa è stata realizzata dal designer-orafo Gianni De Benedittis che, emozionato, ha detto “sono contento”. Un premio, come ha detto Carlo Verdone dopo aver confermato la sua stima per il Festival, “che noi vi affidiamo sicuri che saprete coltivarlo bene, e che i talenti non vengano abbandonati a sé stessi; le idee buone nascono nel Sud”. Ed ha ricordato il papà, il professor Mario, legato al Sud e legato di simpatia a Carmelo Bene che stimava e apprezzava. Emozionata Susanna Nicchiarelli, che non se lo aspettava. Premio speciale della Giuria ex aequo al film “9.06” e a “Yo”. Premio per la miglior cinematografia a “9.06”. Premio per la Miglior scenografia a “Five minutes of heaven”. Il Sindacato nazionale Giornalisti cinematografici, presieduto da Laura Delli Colli ha attribuito il premio al miglior attore europeo, Michel Piccoli. Officine Lab al miglior attore non protagonista, Annamaria Marinca nel film “Five minutes of heaven”. La giuria di Cortometraggi di Giovani registi Pugliesi “Puglia Show” ha dato la “menzione speciale” a “Se dobbiamo andare, andiamoci” di Vito Palmieri. E assegnati i due premi a Chiara Idrusa Scrimieri per “Danze di palloni e coltelli”. I 5mila euro del “Premio Rotary Club Gallipoli” a “Yo Tambèn”, che ha ottenuto anche il Premio Speciale Pubblico.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!