I Fitto nel mirino delle Br? Aperte le indagini

Il procuratore Motta ha affidato ai carabinieri di Maglie le indagini in merito al volantino contenente minacce recapitato al ministro Raffaele Fitto ed allo zio Antonio, sindaco della città salentina

Un volantino contenente minacce rivolte a Raffaele Fitto, ministro della Repubblica, allo zio Antonio Fitto, sindaco di Maglie, ed ai loro familiari, firmata da sedicenti “Nuove Br Sud” è stata recapitata nei giorni scorsi ai diretti interessati. Nonostante il fatto pare non abbia destato più di tanta preoccupazione tra i destinatari della missiva, il procuratore Cataldo Motta ha comunque affidato le indagini in merito ai carabinieri della Compagnia di Maglie. Una prima perquisizione è giù stata effettuata dalla Guardia di finanza, che ha setacciato l’abitazione di un uomo che sarebbe stato visto lunedì mattina accanto ad un cestino della spazzatura nei pressi del liceo “Capece” di Maglie, ovvero il luogo dove è stata segnalata la presenza del volantino nella prima telefonata giunta al 117 attorno alle 10 di quel giorno. Intanto potrebbe essere questione di ore l’identificazione della persona che ha effettuato la chiamata per far rinvenire il volantino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!