Il “Capece” di Maglie al concorso del Parlamento europeo giovani

La fase finale dellla XXV edizione del concorso si sta svolgendo a Volterra. Oltre al liceo salentino, partecipano le 9 migliori scuole d’Italia appositamente selezionate sulle 60 ammesse alla preselezione nazionale

Si sta svolgendo da ieri, e fino a domenica 18 aprile, a Volterra, la XXV selezione nazionale del PEG (Parlamento Europeo Giovani), che vede la partecipazione del Liceo “Capece” di Maglie, unica scuola pugliese ad aver conquistato l’accesso alla fase finale della manifestazione. All’evento, oltre al liceo salentino sostenuto economicamente dall’Antenna Europe Direct della Provincia di Lecce, partecipano le 9 migliori scuole d’Italia appositamente selezionate sulle 60 ammesse alla preselezione nazionale. L’iniziativa ha debuttato ad ottobre con una prima fase, che riguardava una prova scritta in lingua francese e inglese riferita all’immigrazione clandestina. La scuola magliese, per questo primo step, ha elaborato una risoluzione sullo stesso stile di quelle che i parlamentari europei preparano a Bruxelles. Attualmente, nei cinque giorni in Toscana, gli studenti del “Capece” stanno prendendo parte ad un dibattito, sempre in lingua straniera, su altre tematiche di scottante attualità, in un vero e proprio Parlamento di giovani, confrontandosi sugli ogm, le libertà civili, la cultura e la libertà religiosa. “Il lavoro dell’Antenna Europe della Provincia di Lecce è sempre rivolto al coinvolgimento dei giovani salentini, affiancandoli nell’affrontare le tematiche che la realtà europea offre quotidianamente”, spiega l’assessore alla Formazione professionale della Provincia di Lecce Ernesto Toma. “Ci inorgoglisce particolarmente – aggiunge – la presenza dell’istituto “Capece” di Maglie, quale rappresentante del nostro territorio, in questa fase nazionale del Parlamento europeo dei giovani; siamo stati vicini a loro non solo economicamente, ma soprattutto nella logistica e nella promozione dell’iniziativa. Quella della cooperazione tra scuole e istituzioni, credo costituisca la chiave per implementare le giuste sinergie in modo da promuovere le migliori forze del Salento”. Soddisfazione la esprime anche il dirigente scolastico del liceo “Capece”, Vito Papa, orgoglioso dei suoi studenti e del prestigioso risultato ottenuto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!